Cerca

Domenica 22 Ottobre 2017 | 23:13

Renzi sull'Ilva: il pubblico non potrà esserci per sempre

Renzi sull'Ilva: il pubblico non potrà esserci per sempre
ROMA – "Il fatto di tenere aperta l’Ilva, del tutto sottovalutato nel dibattito politico di questi mesi, è una battaglia quotidiana e lo è stata in questi mesi, per mille motivi: dalla Svizzera a questioni legate a certe interpretazioni normative. Tenere aperta l’Ilva è uno strumento per dire che Taranto ha futuro". Lo afferma il premier Matteo Renzi alla Direzione Pd spiegando di "non pensare", sull'Ilva, ad "un intervento pubblico per sempre, prima o poi dovremo restituire l’azienda ai privati".

E sui collegamenti ferroviari: "C'è molto da fare: non basta che l'alta velocità, che è stata una grande intuizione, si fermi a Salerno. Bisogna portarla a Bari e in Calabria". Lo Sblocca Italia "consente di recuperare tre anni sulla Napoli-Bari".

Sul Tap "c'è una bellissima campagna di comunicazione che fa vedere le immagini di una spiaggia bellissima del Salento in cui si immagina di portare il Tap e si dice: qui vogliono portare un gasdotto. Poi c'è l’immagine di una cala di Ibiza", dove un gasdotto già "è stato portato". Renzi sottolinea le "opinioni diverse" emerse sul Tap in Puglia e sottolineando come a Ibiza "il turismo non sia crollato". E, scherza, "Bonifazi so che è un frequentatore, ve lo potrà dire".

Nel primo incontro del Coordinamento dei capigruppo PD delle regioni del Sud, Antonello Cracolici, presidente del gruppo PD all’Assemblea Regionale Siciliana, è stato indicato come coordinatore del gruppo, del quale fanno parte Pietro Rocco (Sardegna), Sebastiano Romeo (Calabria), Mario Casillo (Campania), Roberto Cifarelli (Basilicata), Michele Mazzarano (Puglia), Sandro Mariani (Abruzzo), Francesco Totaro (Molise).

EMILIANO A RENZI: FIDATI DI NOI - "Noi siamo per te uno strumento per risolvere la crisi economica italiana, ma credi al fatto che noi siamo a disposizione del segretario, di questioni correntizie a non ce ne frega nulla". Lo afferma alla Direzione Pd sul Sud il governatore della Puglia Michele Emiliano. "Noi siamo il frutto di sangue e sudore" versato "in luoghi difficilissimi dove abbiamo portato la bandiera della civiltà attraverso il centrosinistra e il Pd, non possiamo essere convocati a bacchetta, abbiamo bisogno di condividere strategia e visione e vedrai di cosa siamo capaci".

"Il Pd ha rimesso al centro della politica la #questionemeridionale. Era il risultato che avevamo il dovere di raggiungere dopo elezioni 2015", ha scitto Emiliano su Twitter.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400