Cerca

Giovedì 21 Settembre 2017 | 18:05

Il fico d’India è servito con la carne di maiale

Una ricetta morbida e vellutata al palato e carica di storia e tradizioni locali, «Fichi d’India farciti di carne suina doc», perché parte dal fico d’india per essere successivamente impreziosito dalla carne del maialino “Or. Vi ” ( acronimo di Ortelle e Vignacastrisi), prodotto di origine controllata protagonista della fiera di San Vito di Ortelle
Il fico d’India è servito con la carne di maiale
Una ricetta morbida e vellutata al palato e carica di storia e tradizioni locali, «Fichi d’India farciti di carne suina doc», perché parte dal fico d’india per essere successivamente impreziosito dalla carne del maialino “Or. Vi ” ( acronimo di Ortelle e Vignacastrisi), prodotto di origine controllata protagonista della fiera di San Vito di Ortelle.

Ecco i delicati passaggi proposti da “Cico”, ristoratore di Diso, che ci guida a scoprire l’eccellenza del gusto.

INGREDIENTI - (per una porzione): Un impasto di 300 grammi di carne di maiale tritata di prima scelta, due uova, sale e pepe quanto basta, una spruzzatina di prezzemolo e formaggio grattugiato stagionato. Il tutto viene posizionato all’interno di due fichi d’india, aperti e svuotati all’interno, che dopo una breve bollitura della corteccia vengono sistemati in una teglia con salsa di pomodoro molto lenta. Successivamente si versa un po’ di sugo più denso ed il tutto viene spazzolato da formaggio nostrano. La teglia con il contenuto si inforna a 180° per circa quindici minuti.

PROCEDIMENTO - I due fichi d’india per porzione, una volta sbucciati non vanno assolutamente eliminati, ma utilizzati a tavola come dessert con carne di maiale”Or. Vi”, innaffiati da crema di limoncello per apprezzare meglio le caratteristiche peculiari. I fichidindia privati dalla polpa e dalle spine vengono subito bolliti, mentre in una ciotola si prepara l’impasto a base di uova, carne e formaggio sino ad ottenere un impasto ben amalgamato. Con la collaborazione degli addetti ai fornelli e sotto gli occhi dei commensali.

MISE EN PLACE - In un grande piatto tondo, i fichi d’india ripieni di carne di maiale vengono disposti a margherita perché i conviviali possano scegliere liberamente. Le porzioni sono servite fumanti per la gioia e l’appetito degli ospiti.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione