Martedì 14 Agosto 2018 | 10:31

Gazzettaffari - Portale di annunci de La Gazzetta del Mezzogiorno

Lega Pro | Si programma già il futuro

È Drudi il primo acquisto del Lecce

Il difensore prolunga il contratto di un anno. Verso la partenza Agostinone

Al rientro in sede del direttore Meluso, si affronterà l’eventuale prosecuzione del rapporto con il tecnico Roberto Rizzo. Tornano Persano, Benassi, Vinetot Capristo ed Herrera. Per quest'ultimo possibile un controriscatto dalla Paganese

Il difensore Mirko Drudi (foto Abbondanza Scuro)

Il difensore Mirko Drudi (foto Abbondanza Scuro)

di Antonio Calò

CALCIO LECCE - La scelta dell’allenatore che guiderà la squadra nella prossima stagione e la decisione di confermare o meno, nei limiti del possibile, i calciatori in prestito annuale da altri club. Sono questi i primi due nodi che il direttore sportivo Mauro Meluso dovrà sciogliere a partire da domani, quando rientrerà in sede. Intanto, si è appreso che nei giorni scorsi il difensore Mirko Drudi ha rinnovato l’intesa sino al 30 giugno 2018. E’ lui, quindi, il primo acquisto in vista della nuova stagione.

Per quel che riguarda il trainer, la dirigenza giallorossa valuterà in prima battuta la conferma di Roberto Rizzo, che sarebbe stata automatica in caso di promozione in B. Il tecnico che tanto ha vinto con la Primavera ha il gradimento della piazza ed ha lavorato bene, ma l’analisi andrà approfondita. Se verrà percorsa questa strada, le parti troveranno un accordo nel giro di pochi giorni. In caso contrario, prenderebbero corpo altre ipotesi.

Tra i calciatori in prestito c’è il centravanti Salvatore Caturano. Per lui, con il Bari, il Lecce può esercitare il diritto di riscatto alla cifra prestabilita di duecentomila euro. A dispetto degli impacci ad andare in rete palesati negli ultimi tempi dall’attaccante partenopeo, c’è da credere che la dirigenza giallorossa vorrà puntare ancora su di lui, in quanto le sue doti non possono essere messe certo in discussione.

L’altro big che dovrebbe andare via per fine prestito è Filippo Perucchini. Con il Bologna, il sodalizio che ha sotto contratto il portiere bergamasco, però, c’è l’intesa verbale di incontrarsi entro la fine del mese per verificare la possibilità di fare restare nel Salento l’estremo difensore, che gradirebbe questa sistemazione.

Il 30 giugno, inoltre, il centrocampista Luca Antonio Fiordilino tornerà al Palermo, la punta Michele Marconi si riaccaserà all’Alessandria, mentre il centrale difensivo Antonio Giosa rientrerà al Como.

Con la società lariana, per Giosa, esisteva l’obbligo di riscatto in caso di promozione in B, ma non è escluso che una trattativa venga intavolata nuovamente. Tutto dipenderà dalle scelte che verranno fatte da Meluso, d’intesa con l’allenatore, in relazione alla regola degli over.

Tenuto conto del rinnovo di Drudi (nato nel 1987), il Lecce ha sotto contratto, quali “fuori quota”, gli attaccanti Giuseppe Torromino (1988), Mario Pacilli (1987) e Abdou Doumbia (1990), i difensori Ciccio Cosenza (1986), Ferdinando Vitofrancesco (1988), Simone Ciancio (1987) e Giuseppe Agostinone (1988), i centrocampisti Marco Mancosu (1988), Andrea Arrigoni (1988), Franco Lepore (1985), Pedro Costa Ferreira (1991) e Giuseppe Maimone (1994, che dall’annata 2017/2018 non sarà più under).

Qualora restassero anche Caturano (1990) e Perucchini (1991), le 14 caselle riservate agli over sarebbero piene e non ci sarebbe un surplus solo perché Doumbia ha i requisiti per occupare il posto riservato ad un calciatore-bandiera, ovvero ad un giocatore che abbia almeno cinque anni di milizia nel club.

Se dalla campagna di rafforzamento dovessero arrivare degli over, quindi, ne dovrebbero essere ceduti altrettanti ed in quest’ottica l’indiziato numero uno a partire sarebbe Agostinone, a causa della posizione polemica assunta dalla piazza nei suoi confronti quando è esplosa la contestazione a Pasquale Padalino.

Insomma, il Lecce dovrà cercare di rinforzarsi, ma ingaggiando elementi che, oltre ad essere di indubbia caratura tecnica e temperamentale dovranno essere anche degli under. Di quest’ultima schiera, tra gli atleti sotto contratto con il sodalizio giallorosso, fanno parte i portieri Marco Bleve (classe 1995) e Gianmarco Chironi (1997) ed i centrocampisti Radoslav Tsonev (1995) e Gianmarco Monaco (1996).

Rientreranno in seno alla società salentina per fine prestito l’attaccante Mattia Persano (1996), dal Siracusa, il portiere Massimiliano Benassi (1981), dall’Arezzo, il difensore Kevin Vinetot (1988), dal Mantova, il fantasista Eric Herrera (1992), dalla Paganese (che però può esercitare un diritto di riscatto, con il Lecce che ha il contro riscatto in proprio favore) e la punta Andrea Capristo (1996), dalla Folgore Caratese. A questi cinque calciatori verrà presumibilmente trovata una nuova sistemazione.

73100 Lecce LE, Italia

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

ALTRI ARTICOLI DALLA SEZIONE

Coppa Italia, sonora sconfitta per il Lecce: vince il Genoa 4-0

Coppa Italia, sonora sconfitta per il Lecce: vince il Genoa 4-0

 
Lecce sul palco Genoa e la voglia di sgambetto

Lecce sul palco Genoa e la voglia di sgambetto

 
I giallorossi sconfiggono la Feralpisalò: sabato c'è il Genoa in trasferta

I giallorossi sconfiggono la Feralpisalò: sabato c'è il Genoa in trasferta

 
Stasera Coppa Italia contro Feralpisalò. Stadio Via del Mare in pessimo stato

Stasera Coppa Italia contro Feralpisalò. Stadio Via del Mare in pessimo stato

 
Addio Caturano, arriva La Mantia

Addio Caturano, arriva La Mantia

 
Al Lecce mancano solo pochi tasselli  Dall’Entella arriva l’attaccante La Mantia

Al Lecce mancano solo pochi tasselli
Dall’Entella arriva l’attaccante La Mantia

 
Il Lecce acquista dal Bari Petriccione

Il Lecce acquista dal Bari Petriccione

 
Chiricò al Lecce, gli ultras non lo vogliono: «Si è comportato male»

Chiricò al Lecce, gli ultras non lo vogliono: «Si è comportato male»

 

GDM.TV

Commemorazione fratelli Luciani, il video

Mafia, a un anno dalla tragedia la cerimonia a San Marco in Lamis

 
Brindisi, l'aereo-forno di RyanairMalori a bordo. «Bloccati sulla pista»

Brindisi, l'aereo-forno di Ryanair
Malori a bordo. «Bloccati sulla pista»

 
Prof. Gesualdo: «Primo trapianto al mondo a partire da donatore cadavere»

Trapianto di rene a catena a Bari. Gesualdo: «Ecco il primo caso al mondo»

 
La masseria che faceva affari con 2mila piante droga a Lecce

La masseria che faceva affari con 2mila piante droga a Lecce

 
A Vieste la leggenda di Cristalda e Pizzomunno si trasforma in street art

A Vieste la leggenda di Cristalda e Pizzomunno si trasforma in street art

 
Tutti pazzi per il parco acquatico gonfiabile: inaugurato il Crazy Park

Tutti pazzi per il primo parco acquatico gonfiabile di Bari: ecco il Crazy Park

1commento

 
Salvini a Lesina: «Dedico questa piazza a tutti quelli che non hanno capito che la musica è cambiata»

Salvini: «Dedico questa piazza a tutti quelli che non hanno capito che la musica è cambiata» Vd

 
Cerignola, fa la rapina in market:ma in coda c'è un carabiniere: preso

Cerignola, fa la rapina in market: in coda c'è un carabiniere: preso Vd

 

PHOTONEWS