Giovedì 19 Luglio 2018 | 17:29

Lega Pro | Il vicepresidente Stefano Adamo

«Lecce è una piazza da serie A»

«Ma il canone di locazione dello stadio è insostenibile, bisogna ridurlo»

«Quasi tutti i candidati sindaco hanno espresso la volontà di venirci incontro. Speriamo si giunga a una soluzione»

Lecce, lo stadio di via del Mare

Il canone per lo stadio di via del Mare costa al Lecce circa 400mila euro l'anno

di Antonio Calò

CALCIO LECCE - Massima attenzione al presente, con il fermo proposito di inseguire la promozione in serie B tramite i play off, ma anche al futuro, curando tutti quegli aspetti attraverso i quali è possibile migliorare le prospettive del club e, conseguentemente, della squadra. È con questo atteggiamento che si sta muovendo l’Unione Sportiva Lecce, che da una parte sta seguendo ed assecondando il nuovo corso tecnico legato all’avvento in panchina di Roberto Rizzo e dall’altra si sta adoperando per gettare le basi per ottenere una revisione della convenzione relativa all’utilizzo del Via del Mare, convenzione che risale ai tempi della A.

La necessità di ridurre il canone pagato dalla società giallorossa al comune di Lecce è stata segnalata nel periodo pre natalizio dal presidente onorario Saverio Sticchi Damiani. Da allora, sono stati mossi tutti i passi ufficiali necessari per definire la questione.

«Nel bilancio del club relativo alla scorsa stagione, al netto degli oneri di custodia che pure sono a nostro carico, le voci riconducibili al canone di utilizzo dell’impianto sono state superiori ai trecentomila euro - sottolinea il vice presidente Stefano Adamo - Il calcolo viene effettuato sulla base della convenzione stipulata quando la squadra militava nella massima serie. Pertanto, con una affluenza media superiore all’attuale, stante il richiamo della categoria, e con ben altri introiti derivanti dai diritti televisivi e da tutto ciò che è connesso alla A. Per la Lega Pro si tratta di un importo enorme. Basti considerare che la maggior parte dei sodalizi dell’ex serie C non pagano un canone oppure versano un importo quasi simbolico».

Di recente, i responsabili dell’Unione Sportiva hanno presentato una proposta al comune di Lecce. «A suo tempo il sindaco Perrone ci ha dato la disponibilità ad affrontare l’argomento, invitandoci a muovere i passi necessari presso i competenti uffici - afferma Adamo - Lo abbiamo fatto nei giorni scorsi, predisponendo una bozza che prevede un canone legato alla serie di appartenenza, a seconda che la nostra formazione si cimenti in Lega Pro, in B oppure in A, con una forbice che oscilla tra i centomila ed i duecentocinquantamila euro. Sia chiaro quindi che non stiamo parlando assolutamente di uso gratuito».

Con la campagna elettorale in corso, c’è da supporre che toccherà alla nuova amministrazione affrontare la questione. «Abbiamo fatto quanto di nostra competenza - nota il vice presidente dell’Unione Sportiva - Quasi tutti i candidati sindaco hanno espresso tramite i media la volontà di venirci incontro. Il nostro auspicio è che si giunga ad una soluzione che tenga conto delle nostre legittime ragioni, considerato anche l’impatto sociale che il calcio ha in città ed anche in provincia».

Il gruppo dirigente ha più volte rimarcato di avere un progetto di lungo respiro. «Lo dimostra anche la ricapitalizzazione decisa nelle scorse settimane - dice Stefano Adamo - Speriamo che possa esserci un maggiore sostegno da parte delle forze imprenditoriali e delle istituzioni del territorio. Sottoscrivendo oltre novemila abbonamenti, i tifosi hanno già dimostrato di essere da serie A. Noi vogliamo la promozione in B e la vogliamo non solo per l’amore che abbiamo per il Lecce, ma anche perchè disputare la Lega Pro, sul piano economico, è un bagno di sangue».

La strada verso la serie cadetta passa per i play off. «Inizierà un nuovo torneo, con gare ad eliminazione diretta - nota Adamo - Sono convinto che ad emergere saranno le squadre che dispongono di valori importanti e noi riteniamo che la nostra sia tra queste. Sento dire che negli spareggi ad imporsi sono i più bravi e non i più forti. Ebbene, cercheremo di essere i più bravi, ben sapendo che non conta né il nome né il blasone di una compagine».

Adamo è il consigliere delegato dall’Unione Sportiba Lecce a seguire il settore giovanile. «Vanno fatti i complimenti a Roberto Alberti, che ne è il responsabile - rimarca il vice presidente - Abbiamo portato tre formazioni alla fase nazionale: la Berretti, gli “Allievi” ed i “Giovanissimi”, team guidati da Claudio Luperto, Davide Mazzotta e Stefano De Padova e dai rispettivi staff».

73100 Lecce LE, Italia

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

ALTRI ARTICOLI DALLA SEZIONE

Liverani: cercare di trasformare un gruppo in squadra

Liverani: cercare di trasformare un gruppo in squadra

 
È già grande il Lecce di Pettinari: «Le neopromosse? Fanno bene»

È già grande il Lecce di Pettinari: «Le neopromosse? Fanno bene»

 
Lecce, il quadro delle amichevoli precampionato: la prima ad Amatrice

Lecce, il quadro delle amichevoli precampionato: la prima ad Amatrice

 
Lecce, il nuovo attaccantePalombi arriva dalla Lazio

Lecce, il nuovo attaccante
Palombi arriva dalla Lazio

 
Lecce, altri due in squadra:Torromino e Chiricò

Lecce, altri due in squadra:
Torromino e Chiricò

 
Lecce, Meluso vuole calare il tris: Palombi, Mazzotta, Lamanna

Lecce, Meluso vuole calare il tris: Palombi, Mazzotta, Lamanna

 
Lecce, il «ritorno a casa»di Falco dopo la pausa Bologna

Lecce, il «ritorno a casa» di Falco dopo la pausa Bologna

 
Totò Preite nuovo allenatore dello Spartak Ruffano

Calcio, Totò Preite nuovo allenatore dello Spartak Ruffano

 

GDM.TV

Maxi sequestro a Lecce

Lecce, maxi sequestro di anabolizzanti: 500mila pasticche in un garage VIDEO

 
Commento fallimento Baricalcio di Fabrizio Nitti

Nitti (Gazzetta): «Troppo tardi. Evidenti colpe di chi ha gestito»

 
La sciarpata, l'inno, l'emozioneSulle note si «insegue un sogno»

La sciarpata, l'inno, l'emozione. Sulle note si «insegue un sogno»

 
Brindisi, più di 260 chili di droga nascosti in un gommone: arrestato 26enne

Brindisi, più di 260 chili di droga nascosti in un gommone: arrestato 26enne (Vd)

 
I pugliesi lo fanno meglio: ecco Roberta e il suo 'U Taràll

Roberta, 2 lauree e un sogno da giornalista: torna a Bari da Londra per fare i taralli

 
Bari, francesi cantano Marsigliese per festeggiare Coppa del Mondo

Bari, francesi cantano Marsigliese per festeggiare Coppa del Mondo Vd

 
Pio e Amedeo, l'incursione nello stadio dei Leeds: Presidente, giochiamo col Foggia?

Pio e Amedeo, l'incursione nello stadio dei Leeds: Presidente, giochiamo col Foggia?

 
Di Maio a Matera: «Via Pittella, non si gioca con la sanità»

Di Maio a Matera: «Via Pittella, non si gioca con la sanità»

 

PHOTONEWS