Cerca

L'avventura in B

Foggia, l'obiettivo di Fares
«Diecimila abbonamenti»

Foggia, il sogno di Fares«Diecimila abbonamenti»

Lucio Fares

Rinnovi di contratto, primi acquisti, trattative in uscita: comincia a prendere forma il nuovo Foggia, atteso, da matricola, al duro esame del campionato di B. «Stiamo lavorando a fari spenti, com’è nostra abitudine, e ci stiamo adoperando per fare tutto nel migliore dei modi - premette il presidente del club rossonero, Lucio Fares - Ci affacciamo alla seconda serie con entusiasmo e i piedi ben saldi a terra».

Dopo i rinnovi del tecnico Stroppa e del bomber Mazzeo, manca solo l’ufficialità per le conferme di Guarna, Deli e Agazzi.
«Mazzeo ha vissuto una stagione straordinaria con noi in Lega Pro, Guarna, Deli e Agazzi sono altri tre ottimi calciatori che saranno ancora a disposizione di Stroppa. Puntiamo, inoltre, a trattenere molti altri protagonisti della passata stagione».

In agenda rinforzi per tutti i reparti.
«Vogliamo mettere a disposizione di Stroppa due valide opzioni per ruolo, senza rivoluzionare l’organico. Intendiamo allestire una buona squadra, in grado di divertire e disputare un campionato dignitoso, centrando la salvezza quanto prima. Se, strada facendo, sarà possibile guardare più in alto, proveremo a dire la nostra, senza assilli e pressioni. Il doppio salto di categoria della Spal e del Benevento dalla Serie C alla A non è indicativo di un modello facilmente riproducibile. Manchiamo dalla B da 19 anni: dobbiamo accostarci a questo campionato con equilibrio e umiltà».

Tra i primi acquisti, dal Genoa, l’attaccante franco-serbo Milinkovic.
«L’affare è in dirittura d’arrivo: è un esterno che ha grandi potenzialità e che ci auguriamo riesca ad esprimerle a pieno con la nostra maglia. L’ha richiesto espressamente Stroppa: il d.s. Di Bari e il d.g. Colucci operano in simbiosi con il mister».

Qualche big, come Vacca, potrebbe partire?
«Riteniamo Vacca inamovibile. Siamo consapevoli che potrebbe interessare a diverse società, come ad esempio al Las Palmas di De Zerbi. Idem Empereur, in riferimento al Las Palmas. Ma al momento non ci sono giunte proposte. Se dovesse arrivarci un’offerta super, la valuteremmo: se non lo facessimo, saremmo dei cattivi amministratori. Una società di calcio è anche un’azienda».

In cantiere il nuovo restyling dello “Zaccheria”, dopo l’accordo con il Comune per la gestione trentennale dello stadio.
«Attendiamo in settimana il via libera dal Coni, poi potrà partire l’iter per i lavori di adeguamento dell’impianto, da ultimare entro un paio di mesi. Lo stadio potrà ospitare oltre 18mila spettatori. Verrà potenziato l’impianto di illuminazione, ampliato in curva nord il settore dedicato ai nostri tifosi, installato il tabellone elettronico in curva nord nell’area “cuscinetto” fra tifosi locali e supporter ospiti. Verranno inoltre sostituite le vetrate dei settori inferiori ed eseguiti alcuni interventi riguardo alle panchine, sale interviste e antidoping, spogliatoi».

A breve partirà la nuova campagna abbonamenti.
«Contiamo di presentarla entro fine mese: prevede un ritocco contenuto dei prezzi, legato al fatto che disputeremo in casa due partite in più rispetto alla stagione scorsa e in una categoria superiore alla Serie C. Sogniamo 10 mila abbonamenti. L’obiettivo è almeno ottomila tessere. Nike resterà il nostro sponsor tecnico. Inoltre vorremmo organizzare, per fine luglio, un’amichevole di lusso».

Sarà una Serie B grandi firme.
«Una A2 a tutti gli effetti. Campionato duro e affascinante, pieno di squadre blasonate. Tutte proveranno a recitare un ruolo di primo piano: le retrocesse dalla A, le promosse dalla C, le formazioni che conoscono bene la serie cadetta, come ad esempio Carpi, Bari, Perugia, Salernitana. Ci sarà da divertirsi. Il Foggia vuole far bella figura. Allestiremo una squadra all’altezza del torneo».

Raffaele Fiorella

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400