Cerca

Lunedì 25 Settembre 2017 | 17:15

La trasferta binacorossa

Il Bari al bivio di Carpi
Moras: contano solo i fatti

Bari, ingaggiato il difensore Moras

Moras e il presidente Giancaspro

«Lo scontro diretto per i play off a Carpi? Abbiamo parlato tanto. I risultati fuori casa sono sempre uguali. Contano adesso solo i fatti": così ha presentato la sfida di lunedì in Emilia il capitano del Bari Vangelis Moras. Dopo quattro sconfitte di fila, il difensore greco ha caricato la squadra. «Dobbiamo essere più concentrati - ha dichiarato - e credere nelle nostre qualità. Le assenze e gli infortuni? Quando mancano tanti giocatori non bisogna cercare alibi. Chi scenderà in campo dovrà dare il massimo».
Sugli emiliani ha aggiunto: «Sappiamo che giocano sempre con palle lunghe, non fanno possesso palla. Abbiamo preparato la partita bene. Qualsiasi cosa sbagli, la paghi. Dobbiamo superare questo momento di difficoltà. Non andiamo lì per pareggiare. Siamo il Bari e se vedi che c'è possibilità di vincere, cercheremo di leggere la gara per ottenere il meglio». Poi un’autocritica: «Il nostro punto debole nelle precedenti gare esterne è stato questo: quando non stavamo bene, dovevamo essere pronti nel puntare a limitare i danni». «Il confronto con i tifosi in settimana? E’ un vantaggio. Non abbiamo dato loro soddisfazioni dopo trasferta di mille chilometri. Non c'è disinteresse - ha puntualizzato - da parte della squadra. Abbiamo un problema mentale in trasferta, non c'è più tempo da perdere. Non capisco perché ci sia chi cerca di mettere zizzania nello spogliatoio». «La classifica? - ha concluso - Meritiamo il nono posto, ma un gruppo così unito non l’ho mai visto. Qui non ci sono mai state liti. Dobbiamo fare autocritica e metterci in gioco individualmente».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione