Giovedì 19 Luglio 2018 | 15:51

Calcio

Il Bari contro Basha, è pronto il ricorso

Il centrocampista ha ribadito: «Il presidente ci ha mentito»

Il Bari contro Basha è pronto il ricorso

BARI - Volano gli stracci tra il Bari e Migjen Basha. Il centrocampista albanese, fin dall’eliminazione dal turno preliminare dei playoff con il Cittadella consumata lo scorso 3 giugno, ha imputato l’esito della stagione biancorossa essenzialmente alla penalizzazione di due punti, incassata per il mancato versamento delle ritenute Irpef e dei contributi Inps del bimestre gennaio-febbraio 2018.

Una sanzione che ha comportato il sorpasso del Cittadella in classifica ai danni dei galletti, scesi dal sesto posto conquistato sul campo alla settima piazza e quindi costretti a disputare la gara ad eliminazione diretta degli spareggi promozione in Veneto piuttosto che al San Nicola, perdendo, inoltre, il vantaggio di qualificarsi in finale anche in caso di pareggio: risultato che poi in effetti si tradusse in campo (2-2).

«La penalità è stata determinante: senza il -2 saremmo passati noi», dichiarò Basha a caldo, rinforzando, dopo 21 giorni, il concetto sia alla testata svizzera 24heures.ch, sia, indiretta telefonica a Radio Selene. «Il presidente ci ha mentito: se avesse detto la verità, magari una soluzione si sarebbe trovata», le parole del 31enne centrocampista.

Un pensiero che ha rappresentato, per il club biancorosso, la classica goccia che fa traboccare il vaso. Sia per il tenore delle dichiarazioni, sia perché le interviste sarebbero state rilasciate senza autorizzazione della società. Che adesso è pronta a ricorrere al Collegio arbitrale, reclamando la violazione dell’articolo 10 del contratto collettivo: disposizione che disciplina le regole di comportamento, tra cui spiccano il dovere di fedeltà e di non arrecare pregiudizio all’immagine del club. Le sanzioni, in caso di eventuale soccombenza di Basha nel lodo, possono essere gravi al punto da comportare trattenute sugli emolumenti.

La sfida playoff con il Cittadella aveva provocato conseguenze pure sul piano disciplinare: quattro giornate di squalifica, infatti, erano state comminate a carico di Stefano Sabelli (espulso per intimidazione a giocatori avversari), tre a Franco Brienza (gioco violento e condotta scorretta al momento dell’espulsione) e Cristian Galano (prova tv per un calcio ad un avversario), due a Norbert Gyomber (cartellino rosso per proteste).

Ebbene, la società ha esperito ricorso per attenuare le pene di Sabelli e Brienza: la giustizia sportiva, però, non ha ridotto i turni di squalifica, limitandosi ad abbassare l’ammenda a carico di Brienza da mille a cinquecento euro.

Davide Lattanzi

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

ALTRI ARTICOLI DALLA SEZIONE

Bari, gli ultras organizzano una festa a Pane e Pomodoro: «È ora di mettere un punto e ripartire»

Bari, gli ultras organizzano una festa a Pane e Pomodoro: «È ora di mettere un punto e ripartire»

 
Antonio Albanese

Baricalcio, l’imprenditore Albanese: «Io contattato da Giannini»

 
Sisto (FI): l'«avatar» Decaro spostaallo stadio la campagna elettorale

Sisto (FI): l'«avatar» Decaro sposta allo stadio la campagna elettorale

 
Bari, striscione contro CanonicoNo al titolo del Bisceglie. «Mi ritiro»

Bari, striscione contro Canonico
No al titolo del Bisceglie. «Mi ritiro»

 
Commento fallimento Baricalcio di Fabrizio Nitti

Nitti (Gazzetta): «Troppo tardi. Evidenti colpe di chi ha gestito»

 
Bari calcio, due soci per salvarlo:Raddrizzani e il barese NapoliE su Giancaspro nuova inchiesta

Bari calcio, due soci per salvarlo. Giancaspro scrive al sindaco. Decaro: ore decisive

1commento

 
Bari, striscione dei tifosi sulla tomba di Vincenzo Matarrese. «Tu sì che sei un presidente»

Bari, striscione sulla tomba di Matarrese. «Tu sei un presidente»

 
Da Molfetta a Roma, le manovre di Giancaspro. Così ha tentato di trovare i 3 milioni di euro

Da Molfetta a Roma, Giancaspro ha tentato così di trovare i 3 mln di euro

 

GDM.TV

Maxi sequestro a Lecce

Lecce, maxi sequestro di anabolizzanti: 500mila pasticche in un garage VIDEO

 
Commento fallimento Baricalcio di Fabrizio Nitti

Nitti (Gazzetta): «Troppo tardi. Evidenti colpe di chi ha gestito»

 
La sciarpata, l'inno, l'emozioneSulle note si «insegue un sogno»

La sciarpata, l'inno, l'emozione. Sulle note si «insegue un sogno»

 
Brindisi, più di 260 chili di droga nascosti in un gommone: arrestato 26enne

Brindisi, più di 260 chili di droga nascosti in un gommone: arrestato 26enne (Vd)

 
I pugliesi lo fanno meglio: ecco Roberta e il suo 'U Taràll

Roberta, 2 lauree e un sogno da giornalista: torna a Bari da Londra per fare i taralli

 
Bari, francesi cantano Marsigliese per festeggiare Coppa del Mondo

Bari, francesi cantano Marsigliese per festeggiare Coppa del Mondo Vd

 
Pio e Amedeo, l'incursione nello stadio dei Leeds: Presidente, giochiamo col Foggia?

Pio e Amedeo, l'incursione nello stadio dei Leeds: Presidente, giochiamo col Foggia?

 
Di Maio a Matera: «Via Pittella, non si gioca con la sanità»

Di Maio a Matera: «Via Pittella, non si gioca con la sanità»

 

PHOTONEWS