Lunedì 23 Luglio 2018 | 12:01

Serie B

Il Bari insegue la svolta
serve un cambio di passo

La serie A diretta un miraggio, va migliorato il sesto posto attuale

Il Bari insegue la svolta  serve un cambio di passo

Il derby Foggia-Bari

BARI - Mai così in basso, eppure mai così vicino a blindare il traguardo playoff. Ha molti significati il punto raccolto dal Bari nel derby di Foggia. Malgrado non sia arrivata nemmeno allo «Zaccheria» quella vittoria che manca dallo scorso due aprile (2-1 ad Avellino, poi quattro pareggi di fila), i biancorossi hanno racimolato allo un pari pesantissimo. In un autentico scontro diretto (il Foggia al nono posto sarebbe oggi la prima esclusa dagli spareggi promozione), la truppa di Fabio Grosso ha mantenuto le distanze (sei lunghezze) rispetto ai dauni, nei confronti dei quali vale anche il vantaggio nello scontro diretto (1-0 l’andata al San Nicola), prima discriminante in caso di un arrivo a pari punti nella regular season.

In tal senso, per rendere matematica la prestigiosa coda della stagione servirebbero teoricamente nove punti da raccogliere in un percorso che prevede tre gare interne e due in trasferta secondo il seguente percorso: venerdì l’Entella al San Nicola (alle 21), lunedì 30 il viaggio a Palermo (alle 20,30), il 5 maggio scontro casalingo con il Perugia (alle 15), il 12 match esterno a Parma per chiudere il 18 ospitando il Carpi (presumibilmente in serata). Riassumendo, un match con chi lotta per la salvezza (l’Entella), tre scontri diretti in chiave promozione (Palermo, Perugia e Parma) ed un confronto con un avversario nel “limbo” della B (difficile che il Carpi possa rientrare nella lotta playoff).

Un cammino impegnativo, ma anche foriero di opportunità. Conti alla mano, potrebbero bastare appena quattro punti per blindare gli spareggi promozione: a quota 61 e con la mole di scontri diretti ancora in programma, i pugliesi sarebbero irraggiungibili. Brienza e compagni potrebbero, quindi, avere l’entusiasmo e la sicurezza di essere ormai ad un passo da un traguardo comunque di prestigio provando, d’ora in poi, a giocare per migliorare il più possibile la propria posizione. A tal proposito, se il torneo finisse oggi, il Bari partirebbe dal sesto posto poiché, trovandosi a braccetto con Venezia e Perugia, la classifica avulsa a tre porrebbe i veneti quinti, poi i pugliesi e gli umbri: pertanto, i galletti disputerebbero il turno preliminare in gara secca in casa contro il Perugia. Ma c’è tempo e modo di cambiare le carte in tavola.

Ecco tutte le prospettive per i biancorossi.

Promozione diretta o semifinale playoff Una flebile speranza. Se oggi il Frosinone dovesse battere l’Empoli, i ciociari andrebbero a più otto sul Bari, ogni discorso sul secondo posto sarebbe virtualmente chiuso. In caso di pari o sconfitta dei laziali, la distanza (dal secondo al quarto posto) sarebbe comunque notevole: sei punti dalla coppia Palermo-Parma e dallo stesso Frosinone in caso di pareggio con i toscani. Servirebbe un mezzo miracolo, da costruire soprattutto sugli scontri diretti (entrambi in trasferta) proprio con Palermo e Parma. Le rivali dirette potrebbero, però, avere percorsi più semplici. Il Frosinone affronterà Cesena, Brescia, Carpi, Entella e Foggia, mentre il Parma se la vedrà con Pro Vercelli, Ternana, Cesena, Bari e Spezia. Il Palermo, invece, giocherà contro Venezia, Bari, Ternana, Cesena e Salernitana.

Quinto posto Al momento, è la prospettiva più concreta da inseguire. Dovendo passare dal preliminare, resta comunque la condizione migliore: il turno si disputerebbe in casa in gara secca e garantirebbe l’accesso in semifinale anche in caso di pareggio (sebbene sarebbero necessari i tempi supplementari). Peraltro, su tale obiettivo si può dire che il Bari abbia comunque il destino nelle sue mani: basterà far meglio di Venezia e Perugia mantenendo il margine di due lunghezze sul Cittadella. Ogni rivale ha un percorso ostico: i lagunari saranno opposti a Palermo, Pro Vercelli, Foggia, Cremonese e Pescara. Gli umbri ad Ascoli, Salernitana, Bari, Novara ed Empoli. Il Cittadella giocherà contro Foggia, Avellino, Brescia, Carpi e Pro Vercelli.

Davide Lattanzi

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

ALTRI ARTICOLI DALLA SEZIONE

Bari calcio, Decaro alla festa dei tifosi a Pane e Pomodoro: 7 giorni per fare tutto Il video

 
Il futuro dovrà chiudere la fiera delle vanità

Il futuro dovrà chiudere la fiera delle vanità

 
Bari ai baresi

Bari ai baresi? I sogni e le voci dei biancorossi

 
Il Bari riparte dallo Stadio dell Vittoria: la diretta della Gazzetta

Il Bari riparte dallo Stadio della Vittoria: oltre 2mila con il sindaco 
Rivedi la diretta

1commento

 
Decaro scrive alla Figc: «Il Bari riparta dalla serie C»

Decaro scrive alla Figc: «Il Bari deve ripartire dalla serie C»

3commenti

 
Bari calcio, il sindaco Decaro incontra i tifosi: ecco il vademecum

Bari calcio, il sindaco Decaro incontra i tifosi: ecco il vademecum

 
bari palermo

Bari, gli ultras organizzano una festa a Pane e Pomodoro: «È ora di mettere un punto e ripartire»

 
Antonio Albanese

Baricalcio, l’imprenditore Albanese: «Io contattato da Giannini»

 

GDM.TV

Bari, avvistato grosso topo a Pane e Pomodoro: tranquilli è una bufala

Bari, avvistato grosso topo a Pane e Pomodoro: tranquilli è una bufala

 
Locorotondo, così il suocero tentòdi uccide il genero: «Sei morto»

Locorotondo, così il suocero tentò di uccidere il genero: «Sei morto»

 
Faida garganica, omicidio in pieno giorno a San Ferdinando

Faida garganica, omicidio in pieno giorno a San Ferdinando

 
Bari, donna prigioniera del fuoco in casa. le grida di aiuto

Bari, incendio e paura a Japigia. Le grida, il salvataggio e le testimonianze

 
Bari ai baresi

Bari ai baresi? I sogni e le voci dei biancorossi

 
Maxi sequestro a Lecce

Lecce, maxi sequestro di anabolizzanti: 500mila pasticche in un garage VIDEO

 
Commento fallimento Baricalcio di Fabrizio Nitti

Nitti (Gazzetta): «Troppo tardi. Evidenti colpe di chi ha gestito»

1commento

 
La sciarpata, l'inno, l'emozioneSulle note si «insegue un sogno»

La sciarpata, l'inno, l'emozione. Sulle note si «insegue un sogno»

 

PHOTONEWS