Sabato 21 Luglio 2018 | 21:41

Guida al Buongusto al via
con il supporto di
scuole alberghiere al top

alberghiero

Pronti, partenza, via! La Guida al Buongusto di Puglia e Basilicata la scriviamo – tutti insieme – a partire da questa settimana. A fare da apri pista due eccellenze fra le Scuole Alberghiere: il Salvemini di Fasano (TA) e l’Elsa Morante di Crispiano (TA). Le prime due degustazioni, con ricette create per la “Guida” e che resteranno segrete fino alla pubblicazione a giugno, hanno fatto registrare un boom di presenze da parte degli allievi. Piace perché è un’occasione formativa innovativa, che mette al centro dell’attenzione i vini e le birre. Interessa, moltissimo, perché mette in gioco i saperi di due regioni vicine che si raccontano attraverso i prodotti di un territorio racchiusi nel calice.

La “Guida al Buongusto” del 2018 sarà totalmente diversa da quelle precedenti perché il vino o la birra artigianale - descritti a tutta pagina in precedenti edizioni – non vengono riammessi in degustazione. Anche le ricette sono all’insegna di nuove tematiche. Vi sveliamo cosa stiamo facendo a favore dei nostri amati mari e, fra Puglia e Basilicata, possiamo attingere sia all’Adriatico che allo Jonio ed al Tirreno.

Alle 10 scuole selezionate da “La Gazzetta del Mezzogiorno” per il progetto “Buongusto” è stato chiesto di cucinare al meglio i cosiddetti pesci dimenticati dei nostri mari. Grazie ad una condivisione di saperi con Nicolò Carnimeo, delegato regionale WWF della Puglia, abbiamo svelato ai nostri giovani chef quali sono le specie di mare abbondanti, con cicli di riproduzione rapidi come il boga e il cefalo, la menola, il sugarello, la palamita e il pesce serra, l’aguglia, il branzino e l’orata da acquacoltura certificata o biologica. Mentre, fra i frutti di mare, abbiamo segnalato quelli che soddisfano i criteri di sostenibilità e cioè cozze ed ostriche. E le nostre amatissime alici? Dovremmo contenerne il consumo, fa notare il WWF, perché in questi decenni ne abbiamo pescate troppe.

Sono solo alcune briciole di saperi, e sapori, che stiamo “cucinando” in collaborazione con Assoenologi di Puglia, Basilicata e Calabria – guidata da Massimiliano Apollonio – per servire nel piatto e nel calice il meglio del Mezzogiorno.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

ALTRI ARTICOLI DALLA SEZIONE

IL BRINDISI - Con una tipologia  che unisce tutta la Puglia

Lecce, lo charme del vino rosato

 
A TAVOLA - Ecco una specie di medusa commestibile (foto Antonella Leone)

La medusa in padella

 
A SANGUE - Così si chiamano quelli dal colore rosso

Fichi, arcobaleno di frutti estivi

 
TURISMO - Come il vino fa viaggiare  le bontà  del territorio

Nella terra del Barolo c'è Puglia

 
LA TRAFILA - Ecco come nasce un rigatone

Come il grano diventerà pasta?

 

GDM.TV

Bari, avvistato grosso topo a Pane e Pomodoro: tranquilli è una bufala

Bari, avvistato grosso topo a Pane e Pomodoro: tranquilli è una bufala

 
Locorotondo, così il suocero tentòdi uccide il genero: «Sei morto»

Locorotondo, così il suocero tentò di uccidere il genero: «Sei morto»

 
Faida garganica, omicidio in pieno giorno a San Ferdinando

Faida garganica, omicidio in pieno giorno a San Ferdinando

 
Bari, donna prigioniera del fuoco in casa. le grida di aiuto

Bari, incendio e paura a Japigia. Le grida, il salvataggio e le testimonianze

 
Bari ai baresi

Bari ai baresi? I sogni e le voci dei biancorossi

 
Maxi sequestro a Lecce

Lecce, maxi sequestro di anabolizzanti: 500mila pasticche in un garage VIDEO

 
Commento fallimento Baricalcio di Fabrizio Nitti

Nitti (Gazzetta): «Troppo tardi. Evidenti colpe di chi ha gestito»

1commento

 
La sciarpata, l'inno, l'emozioneSulle note si «insegue un sogno»

La sciarpata, l'inno, l'emozione. Sulle note si «insegue un sogno»

 

PHOTONEWS