Sabato 21 Luglio 2018 | 21:42

Buongusto

Formaggi? Naturali per biodiversità

A Vernole (Lecce) c'è Piero Sardo, presidente Fondazione Slow Food

Piero Sardo, presidente Fondazione Slow Food

Piero Sardo, presidente Fondazione Slow Food

di Antonella Millarte

BUONGUSTO - Formaggi, figli di un Dio minore. Formaggi naturali, figli di una cultura del cibo che – prima di masticare – vuole conoscere e capire, poi gustare. Sono i due estremi di un mondo in cui lui, il latte, quando diventa una commodity senza valore intrinseco crolla, come fa anche in questa periodo nella murgia tarantina: 36-39 centesimi al litro, insufficienti a far campare l’allevatore che lo produce. Ancora latte, magari con lo stesso valore intrinseco ma – non più relegato a materia prima anonimo – ecco che diventa il “padre” di un formaggio “nobile” come quello naturale.

Sottigliezze? Gusto, salute, tradizione, si intrecciano in queste sottili differenze che, nel piatto, diventano sostanza. Su iniziativa di Slow Food Lecce, il presidente della Fondazione Slow Food per la Biodiversità Piero Sardo, martedì 19 dicembre, ore 20, ingresso libero, presenterà il libro “Formaggi naturali” che racconta una cinquantina di produzioni a latte crudo. Alle ore 21, su prenotazione, si potranno anche assaggiare i formaggi del Presidio "Bitto Storico Ribelle" presieduto da Paolo Ciapparelli visto che l’evento si terrà nel ristorante al Lilith Ristorante della Masseria Copertini di Vernole (LE). Miriana e Matteo, chef del ristorante gestito dalla Famiglia Tramis, segnalato dalla guida “Osterie dell'Italia” con la chiocciola, proporranno un menu tipico abbinato ai vini delle Agricole Vallone. Il costo della cena (che comprende una copia del volume) è di 40 euro (70 euro in coppia), info 320-6982141 oppure 347-6758177.

Il silenzio attorno al tema “fermenti” nei formaggi è assordante, visto che non è necessario indicarli in etichetta. Slow Food propone la via dei “formaggi naturali”, produzioni a latte crudo ed esenti da aggiunte non autoctone scelte da Piero Sardo, ideatore e promotore di questa svolta. Questo libro racconta le storie eroiche di chi li produce e le schede per scoprire l'assoluta eccellenza italiana nel panorama caseario.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

ALTRI ARTICOLI DALLA SEZIONE

IL BRINDISI - Con una tipologia  che unisce tutta la Puglia

Lecce, lo charme del vino rosato

 
A TAVOLA - Ecco una specie di medusa commestibile (foto Antonella Leone)

La medusa in padella

 
A SANGUE - Così si chiamano quelli dal colore rosso

Fichi, arcobaleno di frutti estivi

 
TURISMO - Come il vino fa viaggiare  le bontà  del territorio

Nella terra del Barolo c'è Puglia

 
LA TRAFILA - Ecco come nasce un rigatone

Come il grano diventerà pasta?

 

GDM.TV

Bari, avvistato grosso topo a Pane e Pomodoro: tranquilli è una bufala

Bari, avvistato grosso topo a Pane e Pomodoro: tranquilli è una bufala

 
Locorotondo, così il suocero tentòdi uccide il genero: «Sei morto»

Locorotondo, così il suocero tentò di uccidere il genero: «Sei morto»

 
Faida garganica, omicidio in pieno giorno a San Ferdinando

Faida garganica, omicidio in pieno giorno a San Ferdinando

 
Bari, donna prigioniera del fuoco in casa. le grida di aiuto

Bari, incendio e paura a Japigia. Le grida, il salvataggio e le testimonianze

 
Bari ai baresi

Bari ai baresi? I sogni e le voci dei biancorossi

 
Maxi sequestro a Lecce

Lecce, maxi sequestro di anabolizzanti: 500mila pasticche in un garage VIDEO

 
Commento fallimento Baricalcio di Fabrizio Nitti

Nitti (Gazzetta): «Troppo tardi. Evidenti colpe di chi ha gestito»

1commento

 
La sciarpata, l'inno, l'emozioneSulle note si «insegue un sogno»

La sciarpata, l'inno, l'emozione. Sulle note si «insegue un sogno»

 

PHOTONEWS