Cerca

Martedì 21 Novembre 2017 | 20:28

Buongusto

Tempo di olive da friggere e olio nuovo
«Camminata» a Andria e a Ferrandina

IN PADELLA - In autunno, olive da friggere e olio nuovo

IN PADELLA - In autunno, olive da friggere e olio nuovo

BUONGUSTO - Autunno, tempo di olive dolci da friggere e di olio nuovo. E’ l’unico condimento in natura che viene da una semplice spremuta del frutto. Possiamo definirlo Made in Sud visto che Puglia e Calabria sono i maggiori produttori italiani, in Europa al primo dopo c’è la Spagna e il Belpaese subito dopo.

L’extravergine del nostro territorio resta un piacere squisitissimo da assaporare nei frantoi: occhio alla bottiglia, l’olio novello è in arrivo.

Il panorama argenteo della foresta di ulivi di Andria sarà lo spettacolare scenario della tappa pugliese per la prima giornata nazionale “Cammina tra gli Olivi”. Sentire i profumi della terra e i colori dell’olio ad iniziare dalla pianta: ecco le emozioni di questa giornata ideata dall’Associazione Nazionale Città dell’Olio. Hanno aderito ben 121 città in tutta Italia che domenica 29 ottobre racconteranno, dal vivo, la propria produzione olivicola. In Puglia segnaliamo “Camminata di Andria”, patria per eccellenza delle olive e dell’olio da Coratina. Sarà un percorso di quasi 5 km nella secolare zienda del Conte Spagnoletti Zeuli in contrada Zagaria. Salute e cultura, un connubio perfetto alla scoperta del turismo dell’olio al modesto costo di euro a persona, il cui ricavato sarà devoluto alle Associazioni “Tutto per Amore - Giorgia Lomuscio” e Madonna dei Miracoli. Ogni partecipante riceverà un pettorale e a fine camminata una bottiglietta di olio e.v.o. ed una bustina di taralli oltre ad una degustazione di prodotti e vini del frantoio e della cantina ospitante, info t. 339-3924500.

La campagna olivicola in Basilicata si distingue, oltre che per i raffinati oli extravergini, anche per l’assoluta unicità dell’oliva da tavola di Ferrandina. Stessa data, domenica 29 ottobre, e sempre con la “Camminata tra gli olivi” per ammirare il Patriarca. E’ il maestoso olivo maiatica di Ferrandina che ha duemila anni. Merita una sosta anche l’albero dei Briganti, che un tempo nascondeva i briganti in fuga, info su www.cittadellolio.it. L’obiettivo? Imparare a conoscere e rispettare sua maestà l’olio extravergine di oliva, oltre al suo prezzo di acquisto.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione