Cerca

Martedì 21 Novembre 2017 | 16:37

Buongusto

A Castrignano il Rinascimento è a tavola. «Nobili Pasticci» e pure il riso turchesco

73020 Castrignano De' Greci LE, Italia

CON GUSTO - Nella corte del castello  salentino

CON GUSTO - Nella corte del castello salentino

di Antonella Millarte

BUONGUSTO - Scalco, cuoco, trinciante e bottigliere. Sono i grandi cerimonieri dei banchetti del Rinascimento, che oggi noi chiameremmo direttore artistico, master chef, maitre e sommelier. I fasti delle tavole imbandite di cinquecento anni fa rivivranno sabato 8 agosto 2017 a Castrignano dei Greci, cuore della grecìa salentina che non vuol dire solo pizzica. I suoi fascinosi castelli fanno parte di quella rete, dalle connessioni invisibili, di circa 5000 manieri italiani che - pietra su pietra - rappresentano ancora oggi le basi delle nostre abitudini celebrative. I fasti cinquecenteschi a tavola rivivranno con la manifestazione, aperta a soli 150 partecipanti, “A cena con la duchessa” che si terrà nella corte del castello di Castrignano.

Il seme, che continua a germogliare, è il bando regionale Principi Attivi vinto nel 2013 dallo chef Sara Latagliata: così ha dato vita ai “Nobili Pasticci”. Conoscere, studiare e capire, raccontando a tavola le nostre radici, ecco gli strumenti intellettuali e culinari che lo chef, 33 anni, metterà in gioco nella seconda edizione di questo banchetto rinascimentale. La maggior parte degli appuntamenti pugliesi con la storia sono dedicati al medioevo, e questo aumenta ancora di più l’interesse per la rievocazione del banchetto rinascimentale di Castrignano che sarà ispirato alle nozze dei nobili Nicola De Gualtieris e Porzia Paladini.

Quando i commensali arriveranno nel castello, dopo il rituale dell’acqua profumata, a ciascuno di loro verrà dato il sigillo in ceralacca ed il nome di un personaggio salentino. Indosseranno un ornamento in tessuto, per il cavaliere un mantello e per la dama un collo elisabettiano. Sara Latagliata nel progetto, che ha richiesto un approfondito studio storico, ha coinvolto gli allievi dell’Istituto Alberghiero di Otranto che vivranno un’esperienza davvero unica.

Più che di menu è il caso di soffermarsi sulle emozioni, ma lo chef Latagliata ci racconta uno dei piatti di ispirazione rinascimentale che proporrà: il riso turchesco cotto in bianco di latte di mare con suo sapore e melanzane monde. Diventerà turchese con la polvere di mirtillo, ai quali venivano attribuiti poteri magici perché crescono nel sottobosco. Il costo è di 50 euro, 35 per i bambini. Info e biglietti su www.nobilipasticci.it.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione