Venerdì 20 Luglio 2018 | 20:35

la battaglia a latiano

Auto in sosta in centro
un pugno nell'occhio

pillinini

LATIANO - «Cominciamo almeno dalle auto in sosta permanente in Piazza Umberto». In una città dove nessun provvedimento viene adottato per migliorare la qualità della vita dei suoi cittadini, si cominci almeno col vietare la sosta delle auto in piazza Umberto (ad eccezione - come avviene altrove - per il tempo necessario per accedere alle due/tre attività commerciali presenti nell'area interessata).

E' questo il tema di un'altra battaglia dell'Associazione culturale «L'Isola che non c'è» che riguarderà questa volta il tema della viabilità. «Un argomento tabù - si legge in un comunicato - in questa cittadina, i cui amministratori non hanno mai adottato alcun provvedimento che tenesse conto delle esigenze della maggioranza dei cittadini».

«A Latiano, anni fa - per l’associazione - “L’Isola che non c’è” in collaborazione con La Gazzetta del Mezzogiorno distribuì con il quotidiano un migliaio di cartoline per chiedere ai cittadini se erano d’accordo alla chiusura al traffico di Piazza Umberto. Novecento latianesi compilarono col proprio nome le cartoline dichiarandosi favorevoli al quesito che proponevano. Gli amministratori del tempo, in considerazione di quel risultato, promisero che avrebbero valutato delle iniziative coerenti con quel sondaggio. Argomentando che una eventuale chiusura al traffico del centro doveva essere preceduta da iniziative tese a salvaguardare gli interessi di tutti, soprattutto delle attività commerciali che, da una iniziativa “così rivoluzionaria”, avrebbero potuto ricevere dei danni. Oppure: che una scelta così coraggiosa doveva essere successiva ad una serie di azioni, quali lo sviluppo commerciale di quelle vie che si volevano chiudere. Insomma: non se ne fece nulla».

«Novecento cittadini firmarono quelle cartoline. A distanza di anni, dopo i tanti annunci e qualche segnale stradale poi rimosso, ma soprattutto a causa dell’assoluto silenzio su questo argomento anche da parte di questa amministrazione l'Associazione - annuncia Marisa Caroli - consegnerà simbolicamente ora quelle cartoline al sindaco. A questo sindaco». «Non sappiamo- si legge nel comunicato - cosa deciderà di farne. Se cestinarle (speriamo di no) o se invece terrà conto che ben 900 suoi concittadini hanno chiesto (allora) una qualche iniziativa su un argomento che mai nessuna amministrazione ha voluto affrontare, quasi fosse un tabù. Cosi Latiano resta, forse, l’unica città a non avere una strada o una piazza senza auto». «È vero: Latiano non è San Michele, San Vito o Roma. Latiano è una città che non è paragonabile a nessuna altra città. I suoi cittadini però hanno gli stessi diritti degli abitanti di quelle città dove i loro amministratori forse più coraggiosi hanno creato uno spazio senza auto e senza smog».

L'Associazione - aggiunge Andrea Longo in qualità di medico - è disposta ad avviare una discussione sull'argomento della vivibilità e viabilità nel centro, a partire dalla adozione di un provvedimento che vieti la sosta alle auto in piazza Umberto e disciplini la sosta lungo via Francavilla, una delle arterie più trafficate del paese, lungo la quale proprio "L'Isola che non c'è", circa due anni fa è riuscita a deviare il percorso dei bus di linea».

«Se invece dovessimo trovare anche questa volta un muro o una risposta del tipo: "Dobbiamo prima creare le condizioni", allora siano disposti a raccogliere le firme per un referendum e avviare una nuova campagna di misurazione dei livelli di inquinamento da traffico in piazza Umberto e in via Francavilla».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

ALTRI ARTICOLI DALLA SEZIONE

La «veggente» Sveva rinviata a giudizio

La «veggente» Sveva
rinviata a giudizio

 
Brindisi, truffa da 4 milioni di euro: rinviata a giudizio l'ex veggente

Brindisi, truffa da 4 milioni di euro: rinviata a giudizio l'ex veggente

 
Paga il parcheggio usando l’app ma la Multiservizi lo multa

Paga il parcheggio usando l’app
ma la Multiservizi lo multa

 
Allarme alga tossica, il sindaco vieta la balneazione in alcune zone

Fasano, allarme alga tossica
il sindaco vieta la balneazione 

 
Brindisi, in mare dilaga l'alga tossica: sconsigliata balneazione

Brindisi, in mare dilaga l'alga tossica: sconsigliata balneazione

 
Brindisi, omicidio Di Coste, il pm chiede l'ergastolo: assolti due fratelli

Brindisi, omicidio Di Coste, il pm
chiede l'ergastolo: assolti due fratelli

 
Erano finiti sotto processo per aver trasmesso una partita

Erano finiti sotto processo
per aver trasmesso una partita

 
Furti in appartamento, spaccio e armi: 15 arresti nel Brindisino

Furti in appartamento, spaccio e armi: 15 arresti nel Brindisino

 

GDM.TV

Bari ai baresi

Bari ai baresi? I sogni e le voci dei biancorossi

 
Maxi sequestro a Lecce

Lecce, maxi sequestro di anabolizzanti: 500mila pasticche in un garage VIDEO

 
Commento fallimento Baricalcio di Fabrizio Nitti

Nitti (Gazzetta): «Troppo tardi. Evidenti colpe di chi ha gestito»

1commento

 
La sciarpata, l'inno, l'emozioneSulle note si «insegue un sogno»

La sciarpata, l'inno, l'emozione. Sulle note si «insegue un sogno»

 
Brindisi, più di 260 chili di droga nascosti in un gommone: arrestato 26enne

Brindisi, più di 260 chili di droga nascosti in un gommone: arrestato 26enne (Vd)

 
I pugliesi lo fanno meglio: ecco Roberta e il suo 'U Taràll

Roberta, 2 lauree e un sogno da giornalista: torna a Bari da Londra per fare i taralli

 
Bari, francesi cantano Marsigliese per festeggiare Coppa del Mondo

Bari, francesi cantano Marsigliese per festeggiare Coppa del Mondo Vd

 
Pio e Amedeo, l'incursione nello stadio dei Leeds: Presidente, giochiamo col Foggia?

Pio e Amedeo, l'incursione nello stadio dei Leeds: Presidente, giochiamo col Foggia?

 

PHOTONEWS