Giovedì 21 Giugno 2018 | 09:47

È battaglia a latiano

«Quella antenna va spostata»
Nuovo incontro in prefettura

Il prefetto diventa portavoce delle richieste di una intera comunità

antenna a latiano

LATIANO - Riusciranno i cittadini (i circa 1.200 firmatari della petizione) e l’intero Consiglio Comunale (che alla unanimità ha legittimato l’iniziativa) a far spostare per sempre la mega antenna che deturpa a almeno venti anni il centro del paese?

La battaglia dell’Associazione culturale «L’Isola che non c’è» è divenuta oggetto di una «trattativa» tra Comune, Azienda telefonica e la stessa Associazione con la mediazione del prefetto di Brindisi, Valerio Valenti che nei giorni scorsi ha nuovamente ospitato un altro incontro (il secondo nel giro di qualche settimana) per verificare la fattibilità del trasferimento di quell’impianto.

Questa volta era presente anche un rappresentante dell’azienda proprietaria dell’impianto, «sul quale - ha spiegato - sono installati i ripetitori di numerosi altri gestori di telefonia mobile compresi quelli delle forze dell’ordine».

Una informazione questa che potrebbe incidere sui tempi di trasferimento: per quella antenna così invasiva (ma - è bene sottolinearlo - per la quale esistono tutte le autorizzazioni) «la società - è stato spiegato - incasserebbe somme considerevoli dalle società che la utilizzano».

Per questo motivo il tecnico ha più volte cercato di spiegare che bisognerà verificare se l’alternativa proposta dal Comune è compatibile con le esigenze tecniche di tutte le altre aziende ospitate su quell’impianto.

Fondamentale a questo propositivo il ruolo del prefetto Valenti, il quale, oltre a sottolineare il peso sociale del trasferimento ha più volte insistito «sulla opportunità di verificare prima di tutto se la proposta del nuovo sito offerto dal Comune risulta tecnicamente compatibile e solo successivamente chiedere alle altre aziende ospiti la disponibilità al trasferimento». Una procedura - questa suggerita dal prefetto - che non esclude eventualmente anche un coinvolgimento delle singola altre società.

È stato sempre lo stesso prefetto a sottolineare «che l’aspetto economico e eventualmente di compatibilità tecnica non possono prescindere da un oggettivo impatto visivo e urbanistico di quel’impianto che si trova praticamente in piazza, ma soprattutto non si può non tenere conto che a sollecitare il trasferimento sono stati 1200 cittadini e l’intero Consiglio comunale che ha approvato quella richiesta alla unanimità.

Il tecnico della azienda telefonica ha così aderito alla richiesta di un sopralluogo sul nuovo sito e dunque a verificare la copertura dell’impianto. Il sindaco ha assicurato da parte sua ogni collaborazione tecnica. Il tavolo è stato aggiornato entro un mese. Nel frattempo l’azienda dovrà fornire i risultati. I cittadini aspettano.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

ALTRI ARTICOLI DALLA SEZIONE

Bloccato su un treno narcotrafficante nigeriano

Bloccato su un treno narcotrafficante nigeriano

 
raccolta rifiuti urbani

A Fasano tornano i cassonetti dell’immondizia

 
L'ex sindaco di Brindisi condannato a 4 anni e 4 mesi

L'ex sindaco di Brindisi condannato a 4 anni e 4 mesi

 
Troppi colombi in città arrivano i distributori automatici di «Ovistop»

Troppi colombi in città arrivano
i distributori automatici di «Ovistop»

 
Furti auto ed estorsioniarresti nel Brindisino

Furti auto ed estorsioni
arresti nel Brindisino

 
Polizia Locale scatenata in due ore ben 85 verbali

Polizia Locale scatenata
in due ore ben 85 verbali

 
Rissa tra parenti e tenta di uccidere il cognato

Rissa tra parenti e tenta di uccidere il cognato

 
Disastro xylella, arrivano i risarcimenti

Disastro xylella, arrivano i risarcimenti

 

MEDIAGALLERY

La rapina all'Auchan di Taranto ripresa col telefonino

La rapina all'Auchan di Taranto ripresa col telefonino

 
Rapina all'Auchan di Taranto, panico tra la gente

Rapina all'Auchan di Taranto, arrestati un 18enne e un 16enne incensurati Vd

 
Carlo Dragonetti, pugliese che diventa star del web in Cina

Carlo Dragonetti, pugliese che diventa star del web in Cina

 
Incidente sulla tangenziale sud di Bari: due feriti

Incidente sulla tangenziale sud di Bari: due feriti

 
Mondiali robotica, dal Canada l'esibizione dei maghetti della Tommaso Fiore

Mondiali robotica, dal Canada l'esibizione dei maghetti della Tommaso Fiore

 
Mancini a Matera: «Il Brasile vincerà il Mondiale»

Mancini a Matera: «Nel 2019 l'Italia qui per giocare una partita»

 
Decaro a Santa Scolastica: «Entro la fine dell'estate riapriamo il museo»

Decaro a Santa Scolastica: «Entro la fine dell'estate riapriamo il museo»

 
Una «bottega solidale» frutto d'impegno di 20 ragazzi disabili

Una «bottega solidale» frutto d'impegno di 20 ragazzi disabili

 
Le Pink Bari volano in finale per lo scudetto

La Primavera della Pink Bari vola in finale per lo scudetto

 
Il blitz dei Carabinieri a Bari con oltre 100 arresti

Il blitz dei Carabinieri a Bari con oltre 100 arresti

 
Mondiali robotica, il video spot dei 5 piccoli geni baresi per andare in Canada

Mondiali robotica, il video spot dei 5 piccoli geni baresi per andare in Canada

 

LAGAZZETTA.TV

Mondo TV
L'enzima che impedisce ai virus di moltiplicarsi

L'enzima che impedisce ai virus di moltiplicarsi

 
Notiziari TV
ANSAtg delle ore 8

ANSAtg delle ore 8

 
Calcio TV
Uruguay agli ottavi, Arabia fuori

Uruguay agli ottavi, Arabia fuori

 
Economia TV
Ecobonus, famiglie italiane hanno investito 3,7 miliardi

Ecobonus, famiglie italiane hanno investito 3,7 miliardi

 
Meteo TV
Previsioni meteo della settimana

Previsioni meteo della settimana

 
Spettacolo TV
Cinema, tra umano e divino

Cinema, tra umano e divino

 
Italia TV
La nuova sfida europea sulle tracce dei migranti dispersi

La nuova sfida europea sulle tracce dei migranti dispersi