Cerca

Mercoledì 17 Gennaio 2018 | 21:13

Sì all'accorpamento di due scuole medie

Latiano decide di investire
negli Istituti superiori

Latiano decide di investirenegli Istituti superiori

A Latiano si volta pagina per quanto riguarda l'offerta scolastica. Dopo una lunga attesa e un braccio di ferro con i genitori l'amministrazione, d'intesa con le istituzioni scolastiche, ha deciso di accorpare due scuole medie per consentire lo sviluppo del Liceo delle Scienze Umane che in questi ultimi anni ha registrato un vero e proprio boom di iscrizioni. 

Ecco di seguito il comunicato stampa con il quale il sindaco Mino Maiorano annuncia la decisione che verrà illustrata nel corso di una conferenza stampa prevista per il prossimo 22 dicembre:  

«Il Sindaco di Latiano, la Dirigente dell’Istituto Comprensivo di Latiano e la Dirigente del Liceo delle Scienze Umane “Palumbo” di Brindisi - si legge nella nota - hanno congiuntamente preso atto della sussistenza di condizioni per scongiurare il trasferimento della sede associata di Latiano, del predetto Liceo, presso altro Comune laddove sono stati già messi a disposizione locali più idonei e spaziosi».

«La soluzione, individuata con gli auspici del Dirigente dell’Ufficio Scolastico Provinciale, prevede l’accorpamento delle due attuali sedi della Scuola Secondaria di Primo Grado presso la scuola “Gabriele Monasterio” (i cui locali sono sufficienti ad ospitare anche gli alunni che attualmente frequentano la Scuola “Benedetto Croce”). La sede associata del Liceo “Palumbo” potrà così trovare adeguata ospitalità presso i locali della Scuola “Benedetto Croce”, ponendo le basi per la candidatura di Latiano anche quale sede dell’indirizzo “Linguistico”».

LE SPESE PER ADEGUARE LA STRUTTURA A CARICO DELL'ISTITUZIONE SCOLASTICA

«Il Liceo “Palumbo” - si legge - si impegna a reperire le necessarie risorse economiche per contribuire ai lavori di adeguamento dei locali che andrà ad utilizzare. L’accorpamento delle due attuali sedi della Scuola Secondaria di Primo Grado produrrà una ottimizzazione delle risorse professionali impiegate, concentrando ogni energia per un ulteriore potenziamento del servizio offerto agli alunni».

«Era ormai da due anni che - conclude il sindaco - senza mai giungere ad una conclusione concreta, a causa anzitutto dell’eccessiva onerosità economica di ogni soluzione prospettata - si riproponeva il problema del necessario ampliamento della sede decentrata del Liceo “Palumbo”. E’ arrivata, dunque, la decisione tanto attesa, che vede impegnati, in sintonia, l’Ente Locale e le Istituzioni Scolastiche. Ogni cambiamento comporta, almeno nella prima fase del suo attuarsi, il dover convivere con qualche disagio. Chiediamo, pertanto, la collaborazione di tutti i cittadini interessati, nella consapevolezza di aver assunto una decisione con senso di responsabilità e solo dopo aver valutato ogni opzione alternativa».

IL SINDACO

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione