Cerca

Giovedì 23 Novembre 2017 | 21:41

Fortissimi disagi

Commissione tributaria
la sede trasferita a Ostuni

avvocati e clienti in rivolta

Commissione tributaria la sede trasferita a Ostuni

Il “trasloco” (già da oltre un anno) della sede della Commissione Tributaria provinciale dal palazzo delle Finanze di via Nazario Sauro (dichiarato inagibile) agli uffici dell’Agenzia delle Entrate di Ostuni continua a creare fortissimi disagi ai contribuenti e ai professionisti, costretti a doversi spostare per discutere le cause fiscali.

A farsi portavoce di un diffuso malessere è l’avv. Maurizio Villani, tributarista del foro di Lecce, il quale ha dato anche ampia risonanza alla vicenda attraverso il proprio sito, riscontrando appoggio e consensi da parte di numerosi colleghi.

«È un’assurdità - dichiara il professionista -; sono 40 anni che discuto cause tributarie e già all’epoca il palazzo di recente evacuato era a rischio crollo. Ma, al di là di questo aspetto, possibile che non ci sia una sede a Brindisi in grado di ospitare le sedute della Commissione Tributaria?».

Ma non è solo questa la nota dolente: «Altro serio problema di fondo - continua l’avv. Villani -, per il quale ho anche presentato un disegno di legge di riforma, è quello legato al fatto che la giustizia tributaria continua ad essere gestita dal Ministero dell’Economia e delle Finanze che, detto per inciso, è una delle parti in causa. In tal modo, viene meno in maniera evidente il principio di terzietà e molti contribuenti evitano i ricorsi proprio perchè scoraggiati dalla necessità di discutere le cause... in bocca al lupo. Peraltro, dando risalto a questa problematica, ho avuto riscontro da tante altre parti d’Italia (Pescara, Salerno, Rieti, Perugia, Enna ed Ascoli Piceno) dove evidentemente il problema è avvertito allo stesso modo». «La possibile soluzione? Fare intervenire il legislatore - conclude l’avv. Villani - affinchè modifichi la disciplina, affidando la giustizia tributaria ad un altro organismo, ad una magistratura specialistica ed autonoma».

Pierluigi Potì

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione