Cerca

Sabato 18 Novembre 2017 | 16:53

La sentenza

Omicidio stradale, brindisino
condannato a 3 anni e 6 mesi

incidente

Condannato per omicidio stradale un brindisino coinvolto in un incidente mortale nel Tarantino nel 2016. Si sarebbe messo alla guida dopo una notte insonne e dopo aver bevuto qualche bicchiere di troppo, ma soprattutto dopo aver fatto uso di stupefacenti.

Con lui c’era una 21enne di Putignano, Maria Chiara Zizzari. Giunto il 12 luglio del 2016 sulla statale 100 all’altezza del bivio Mottola-San Basilio, ha perso il controllo dell’auto e si è schiantato. La ragazza, sbalzata fuori dall’abitacolo non ha avuto scampo. È morta sul colpo schiacciata da uno dei pneumatici della stessa vettura su cui viaggiava. Il giudice per l’udienza preliminare Benedetto Ruberto ha condannato a 3 anni e 6 mesi di reclusione il 29enne brindisino Fabio Arigliano, ritenuto responsabile di omicidio stradale.

Stando a quanto ricostruito dagli inquirenti, Maria Chiara Zizzari forse non avrebbe avuto nemmeno il tempo di accorgersi quello che stava accadendo. Arigliano era alla guida della Renault Kangoo che il 12 luglio dell’anno scorso si è ribaltata più volte dopo aver perso aderenza con l’asfalto della statale ed è finita nelle campagne circostanti tra Mottola e San Basilio. Per Maria Chiara Zizzari, purtroppo, non c’è stato nulla da fare.

Fabio Arigliano invece rimase ferito in seguito allo schianto. Soccorso, fu trasportato in ospedale e sottoposto alle prime cure, ma anche agli accertamenti di routine che si effettuano in caso di incidenti stradali. Il risultato non tardò ad arrivare. Il 29enne brindisino risultò positivo all’uso di alcool e cannabinoidi e dunque per lui, dopo il ricovero in ospedale, scattò l’arresto con l’accusa di omicidio stradale. Dagli accertamenti dei carabinieri, è emerso che l’auto, dopo essere fuoriuscita dalla sede stradale, su un tratto rettilineo, si è ribaltata più volte, terminando la sua corsa in un terreno adiacente. A seguito dell’impatto, la 21enne, che viaggiava sul sedile lato passeggero del veicolo, come hanno ricostruito i carabinieri, è stata sbalzata dall’abitacolo.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione