Cerca

Domenica 24 Settembre 2017 | 10:43

Tuturano, tre mesi fa un altro raid

Centro di aggregazione
devastato dai vandali

Centro di aggregazione devastato dai vandali

di Antonio Portolano

BRINDISI - A tre mesi di distanza esatti dall’ultimo raid, vandali nuovamente in azione nel Centro di aggregazione giovanile di Tuturano, la struttura ancora in fase di ultimazione che doveva essere consegnata al comune.

Pressochè identico il copione utilizzato nel corso della prima incursione, avvenuta il 13 giugno scorso e su cui sono ancora in corso indagini che finora non hanno portato ad alcun risultato, per mettere a segno la devastazione.

I balordi si sarebbero introdotti nella struttura di via Vittorio Emanuele II angolo via Adua, arrecando nuovamente pesanti danni. Vetrate in frantumi, serrature delle porte danneggiate, estintori utilizzati ancora una volta per infrangere vetri. Uno scenario desolante quello che si è palesato poco dopo agli occhi della Polizia di Stato chiamata ad intervenire dopo la segnalazione di alcuni giovani nella struttura.

Sul posto si è reso necessario l’intervento anche dei tecnici comunali per una prima stima dei danni. Già a giugno il centro era in via di rifinitura, pronto per essere messo a disposizione della comunità. L’immobile - un mercato coperto poi trasformato - è di proprietà del Comune di Brindisi. La sua ristrutturazione è stata possibile utilizzando i fondi di rigenerazione urbana ed il Comune ha deciso di farne un centro di aggregazione giovanile da far gestire ad associazioni. Prima che il consiglio comunale si sciogliesse era anche pronto un bando di gara per l’affidamento. Il bando non è stato pubblicato ma un gruppo di associazioni avevano comunque mostrato interesse, queste avevano presentato una proposta unitaria per la gestione a costo zero per il Comune. Poi il primo raid del 13 giugno e quello del 13 settembre a tre mesi esatti. La struttura resta intanto chiusa nonostante tutti i fondi spesi.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione