Cerca

Lunedì 18 Dicembre 2017 | 14:02

Francavilla Fontana

Molesta le due donne che «ama»
e finisce agli arresti domiciliari

Molesta le due donne che «ama» e finisce agli arresti domiciliari

FRANCAVILLA - Il giudice gli aveva imposto di stare lontano, nel senso letterale del verbo, dalle due donne di cui si era perdutamente invaghito, ma lui, incurante del divieto, aveva continuato a presentarsi ad ogni ora del giorno nella tabaccheria di cui le due donne sono titolari. Le due vittime dello stalker – un 50enne francavillese – hanno documentato la presenza, a loro tutt’altro che gradita, dell’uomo nella loro rivendita e hanno presentato le “prove” ai carabinieri.

I militari dell’Arma della stazione di Francavilla Fontana hanno inoltrato l’ennesima informativa in Procura e l’ufficio inquirente di Palazzo di giustizia ha chiesto e ottenuto al gip l’emissione di un’ordinanza di custodia cautelare a carico del 50enne francavillese. Lo stalker è finito nuovamente – stessa identifica cosa gli era successa nel maggio scorso – agli arresti domiciliari. Adesso giocoforza, a meno che all’accusa di atti persecutori non voglia aggiungere quella di evasione, dovrà stare lontano dalle due (belle) tabaccaie.

A dare esecuzione al provvedimento restrittivo emesso a carico del presunto stalker sono stati i carabinieri della stazione della città degli Imperiali, gli stessi che sin dall’inizio hanno indagato su questa vicenda. La storia. Si era invaghito di due donne contemporaneamente e aveva finito con il rendere la vita impossibile ad entrambe. Dopo la denuncia delle vittime, i carabinieri hanno aperto un’indagine a conclusione della quale, nel maggio scorso, il sostituto procuratore della Repubblica Simona Rizzo ha chiesto e ottenuto dal gip l’emissione di un’ordinanza i custodia cautelare a carico di un 50enne francavillese. L’uomo, molto conosciuto nella città degli Imperiali, è finito agli arresti domiciliari.

Le due donne di cui il 50enne si è perdutamente innamorato sono titolari di una tabaccheria ubicata a Francavilla. Entrambe hanno 42 anni. Sono due belle donne. E’ stato “amore” a prima vista: da quando le ha notate, il 50enne francavillese ha deciso che le avrebbe conquistate. Per raggiungere questo obiettivo, praticamente ogni giorno, da dicembre scorso, ha preso l’abitudine di appostarsi nei pressi della tabaccheria per “proteggere” le due tabaccaie da eventuali corteggiatori. Se all’inizio la presenza dell’uomo all’ingresso della loro rivendita non ha creato particolari problemi alle due tabaccaie, con il passare del tempo, quando il 50enne ha iniziato ad importunare i clienti della tabaccheria “colpevoli” di essersi intrattenuti qualche minuto di più nel locale o di aver scambiato qualche battuta con le titolari dello stesso, si sono recate alla caserma dei carabinieri e hanno sporto denuncia. Anche perchè con il tempo il loro ammiratore – uno per tutte e due – era diventato particolarmente geloso. In più di un frangente il 50enne, stando alle accuse che gli vengono mosse, sarebbe anche arrivato a minacciare le due donne di morte se lo avessero “tradito”.

Inquirenti e investigatori non hanno alcun dubbio: il comportamento del 50enne ha integrato gli estremi del reato di stalking. Lo stalker – sono stati gli inglesi a coniare il termine – è un individuo che affligge un’altra persona, perseguitandola e ingenerando in lei stati di ansia e paura che il più delle volte finiscono con il compromettere il normale svolgimento della vita quotidiana della vittima.

Mimmo Mongelli

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione