Cerca

Sabato 21 Ottobre 2017 | 03:20

ad aprile

Fasano, guerra all'abusivismo
due ordinanze di demolizione

FASANO - Opere realizzate in assenza del permesso di costruire (o in totale difformità o con variazioni essenziali, sparse sul vasto territorio comunale, dalla città, alle località collinari e marinare, alle frazioni) passate sotto la lente di ingrandimento del nucleo di Polizia edilizia della Polizia municipale di Fasano.

Anche nel mese di aprile scorso è stata particolarmente intensa l’attività dello speciale nucleo composto dal maresciallo Filippo Semeraro e dall’assistente capo Fabrizio Zizzi, che ha emesso due rapporti riguardanti opere o lottizzazioni abusivamente realizzate e due ordinanze di sospensione o demolizione con ripristino dello stato dei luoghi. Si tratta di opere realizzate in assenza del permesso di costruire, o in totale difformità o con variazioni essenziali. Otto le persone segnalate ritenute responsabili degli abusi.

Le ordinanze riguardano la realizzazione di una recinzione con rete metallica in viale San Donato (una la persona ritenuta responsabile dell’abuso e segnalata) e la realizzazione di una tettoia in legno, piano di lavoro e forno in muratura in viale Monte Abele (quattro le persone ritenute responsabili dell’abuso e segnalate).

I rapporti della Polizia municipale al vaglio dell’Ufficio tecnico comunale riguardano, invece, due opere ritenute abusive: la installazione di un cancello e il posizionamento di dissuasori su strada privata in via Diaz (due le persone ritenute responsabili dell’abuso) e la realizzazione di un intercapedine e di un vespaio in via Sportelli (una la persona ritenuta responsabile dell’abuso).

Prosegue senza sosta, dunque, l’attività del nucleo di Polizia edilizia della Polizia municipale di Fasano. Si tratta di un nucleo che opera su iniziativa ma anche su delega della Procura della Repubblica di Brindisi ed in collaborazione agli altri corpi di Polizia e che quotidianamente esegue controlli su tutto il territorio fasanese, riscontrando irregolarità in materia urbanistica ed edilizia.

Anche i mesi di febbraio e marzo sono stati due mesi intensi sul fronte dei controlli in materia di edilizia nel Fasanese.

A febbraio scorso il nucleo di Polizia edilizia della Polizia Municipale ha emesso 4 rapporti riguardanti opere o lottizzazioni abusivamente realizzate e 3 ordinanze di sospensione o demolizione con ripristino dello stato dei luoghi. Dieci le persone segnalate ritenute responsabili degli abusi.

Nel mese di marzo, invece, sono stati emessi 4 rapporti riguardanti opere o lottizzazioni abusivamente realizzate e 5 ordinanze di sospensione o demolizione con ripristino dello stato dei luoghi. Tredici le persone segnalate ritenute responsabili degli abusi. [g. d’amico]

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione