Cerca

Sabato 19 Agosto 2017 | 05:44

Ennesimo rimpasto

Brindisi, arriva in serata
il «Carluccio quater»

Brindisi, arriva in seratail «Carluccio quaterÏ

Il vicesindaco c’è, ma non c’è il terzo assessorato a Direzione Italia-Cor. Ieri sera la sindaca ha ufficializzato il «Carluccio quater» e, a spulciare la nota ufficiale, ha sostituito l’assessore dei «Democratici e socialisti»; ha aderito alla loro proposta di nomina del vicesindaco, ma non ha nominato il terzo assessore di Direzione Italia, rinunciando ad uno dei suoi nominati. Risultato della partita: la sindaca vince su Direzione Italia, che dicono sia ora sul piede di guerra.
Ed intanto a Luigi Guadalupi, indicato dai «Democratici e socialisti» come vicesindaco, va questo incarico e va anche l’assessorato ai Servizi Sociali; all’avv. Maria Lucia Romanelli, nominata dlala sindaca nel «Carluccio ter», va l’assessorato ad Affari Generali e Risorse Umane; al dott. Salvatore Brigante la riconferma dell’assessorato ai Lavori Pubblici; a Giampiero Campo la riconferma nell’assessorato all’Urbanistica. Muta la delega del «fedelissimo» dott. Vito Carella, al quale la sindaca ha assegnato l’assessorato all’Ambiente e resta l’attuazione del Programma.
Conferma per Raffaele De Maria nell’assessorato alle Attività Produttive e per il dott. Michele Di Donna nell’assessorato alla Programmazione Economica e Sviluppo Territoriale. I «Democratici e socialisti» avevano chiesto la sostituzione dell’assessore Maria Greco con la rag. Elena Marzolla, alla quale viene affidato l’assessorato alla Pubblica Istruzione e Sport. Francesca Scatigno resta all’assessorato alle Tutele (Verde; Parchi Cittadini ed Aree Protette; Rapporti con i Quartieri; Salute e Benessere degli Animali; Canile e Dog Park; Teatro) e, ancora, «la sindaca riserva, altresì, alla propria competenza le attribuzioni relative a: Polizia Municipale; Bilancio; Economato; Tributi; Società ed Enti Partecipati; Politiche di Equità Fiscale; Lotta all’Evasione; Protezione Civile; Controllo Strategico e di Gestione; Pari Opportunità; Politiche Giovanili; Università Ricerca ed Innovazione; Cultura; Turismo; Marketing Territoriale; Politiche della Casa; Partenariato accordi e convenzioni nonché gli altri affari dell’Amministrazione Comunale che esulano dalle deleghe testualmente conferite».
Sindaca più «leggera», ma non troppo, dunque. Segno evidente di un arrocco con i «fedelissimi» da lei nominati e con la maggioranza sempre più in fibrillazione. Del resto: quattro «formazioni» in meno di un anno sono il segnale di qualcosa che i brindisini prima o poi saranno chiamati a valutare.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione