Cerca

Sabato 16 Dicembre 2017 | 04:14

Brindisi

Accordo per lavoratori
della società Wcs

«Brindisi, centrale Cerano a rischio per la salute»

BRINDISI - E’ stato raggiunto in Prefettura un accordo per la tutela dei lavoratori di una società appaltatrice dell’Enel, la Wcs, i quali rischiavano di perdere il lavoro dopo il cambio di appalto per le pulizie termodinamiche alla centrale di Cerano. A quanto emerso almeno 10 dei dipendenti saranno assorbiti dalla nuova ditta con contratto a tempo indeterminato. In tutto la vertenza riguarda 22 operai.

E’ quanto emerso dall’incontro presieduto dal prefetto di Brindisi, Annunziato Vardè, cui hanno partecipato i rappresentanti delle organizzazioni sindacali, delle aziende interessate al cambio dell’appalto, e quelli della centrale Enel Federico II e di Confindustria.

«A conclusione di un serrato confronto - si legge in una nota della Prefettura - è stato raggiunto un accordo per la definitiva soluzione tesa al mantenimento di tutti i livelli occupazionali nell’ambito del cambio appalto tra la ditta subentrante e quella uscente. Detto accordo verrà siglato lunedì prossimo dopo che le organizzazioni sindacali avranno informato i lavoratori sui contenuti dello stesso». Nei giorni scorsi i lavoratori avevano protestato dinanzi ai cancelli della centrale.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione