Cerca

Lunedì 18 Dicembre 2017 | 04:27

francavilla fontana

Litiga con un carabiniere
dal balcone gli sputa addosso

Arrestato e rimesso in libertà un giovane che non gradiva un controllo

Litiga con un carabiniere dal balcone gli sputa addosso

FRANCAVILLA - Non ha gradito il controllo dei carabinieri e gli ha vomitato addosso una serie di insulti e di minacce. Quando i militari dell’Arma gli hanno chiesto di esibire il proprio documento di identità si è barricato in casa e dal balcone ha iniziato a bersagliare i carabinieri con sputi. Alla fine i militi sono riusciti a entrare nell’abitazione e ad ultimare il controllo. Il 37enne francavillese, che peraltro è una persona già nota alle forze dell’ordine, è stato condotto in caserma. I militari dell’Arma hanno proceduto ad arrestarlo per resistenza, oltraggio e minaccia a pubblico ufficiale. Il magistrato che in quel momento era di turno in Procura a Brindisi ha ritenuto, però, di rimettere in libertà il 37enne francavillese.

Ha dell’incredibile quello che, l’altra sera, è successo in piazza Dante, nel cuore della movida francavillese. A sollecitare, con diverse telefonate al 112, l’intervento di una pattuglia dell’Arma sono stati gli avventori di alcuni pubblici esercizi della zona. All’operatore che ha risposto alle telefonate i cittadini hanno detto che c’era un uomo che continuava ad importunare i presenti. Immediatamente è stata inviata sul posto una pattuglia. Al loro arrivo in piazza Dante i militari dell’Arma sono stati “accolti” da minacce e insulti da parte del 37enne. Nonostante i carabinieri stessero facendo il loro lavoro, il giovane non ha gradito la loro presenza e glielo ha fatto “capire” in ogni modo: gli ha vomitato addosso ogni genere di oltraggio e di insulto. Era scontato che i militari dell’Arma a quel punto procedessero alla sua identificazione, ma il 37enne non voleva saperne di consegnare ai militi la sua carta di identità. Così ha pensato di rifugiarsi nella sua abitazione. Nel frattempo a dare man forte alla prima pattuglia dei CC sono arrivati altri carabinieri. Alla fine il 37enne ha dovuto “capitolare” ed è stato condotto in caserma, da dove nel corso della stessa serata è uscito in stato di libertà, dato che il pm ha disposto che tornasse immediatamente libero.

[m. mong.]

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione