Cerca

Domenica 19 Novembre 2017 | 03:44

nel brindisino

83nne ai domiciliari... evade
per tornare di nuovo a casa

evaso 83enne

SAN DONACI - La giustizia gli ha presentato il conto ora che ha 83 anni. Salvatore Simone, di San Donaci, classe 1933, è stato raggiunto nelle settimane scorse da un ordine di carcerazione, emesso dall’Ufficio esecuzioni penali della Procura della Repubblica di Brindisi, ed è finito agli arresti domiciliari.
L’83enne sandonacese deve scontare 15 anni, 6 mesi e 13 giorni di reclusione: un cumulo di pene per una serie di condanne per ricettazione. Si tratta di reati commessi a S. Donaci e a S. Pancrazio Salentino.

L’altro ieri una pattuglia dei carabinieri di San Donaci lo ha “beccato” fuori dalla sua abitazione. Come tutti coloro che sono agli arresti domiciliari Simone prima di uscire di casa deve chiedere e ottenere il permesso del giudice. L’83enne non lo aveva fatto. È stato arrestato per evasione.

Di fatto per l’anziano sandonacese non è cambiato niente: ai domiciliari era e ai domiciliari il pm di turno, informato dell’accaduto, lo ha rispedito. Ora, però, dovrà difendersi dall’ulteriore accusa di evasione. Come tutte le persone che beneficiano di una misura restrittiva alternativa alla carcerazione, l’83enne Salvatore Simone dovrà rispettare le prescrizioni che gli sono state imposte dai giudici. Tra le altre cose, non potrà frequentare persone diverse da quelle che sono con lui normalmente conviventi e non potrà uscire di casa se non avendo prima chiesto e ottenuto l’autorizzazione del giudice. Dovrà limitarsi nelle comunicazioni telefoniche e nell’uso dei social network. Ma se è uscito, evidentemente al colloquio sui social preferisce il... contatto diretto. [m. mong.]

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione