Cerca

Venerdì 20 Ottobre 2017 | 23:44

ostuni

Il sindaco azzera la giunta
per allargare la maggioranza

La decisione dovrebbe venire lunedì al termine della seduta di consiglio

Il sindaco azzera la giunta per allargare la maggioranza

OSTUNI - L’intrigata vicenda della crisi politico-amministrativa che si trascina dovrebbe trovare una soluzione nell’azzeramento della Giunta che dovrebbe avvenire al termine della prossima seduta di Consiglio comunale, che si terrà lunedì prossimo, in sessione urgente di prima convocazione (con inizio alle ore 15) per la discussione dell’unico punto all’ordine del giorno: «Gal Alto Salento 2020 srl – Partecipazione alla strategia di sviluppo – Fondi Fears e Feamp» vista la scadenza del bando regionale.

Il presidente, ing. Angelo Melpignano ha indetto urgentemente l’assise cittadina visto la scadenza dei termini per l’approvazione della costituzione della nuova società del Gal ma, al centro dell’attenzione della gente e della politica, vi è l’evoluzione della crisi politico-amministrativa che è in atto e che vedrà il sindaco Coppola, porre fine alla «Giunta tecnica» e convocare tutti i partiti e movimenti che lo sostengono per vedere di comporre un esecutivo «politico» con un’ampia maggioranza. Infatti nei giorni scorsi il PD aveva comunicato «l’indisponibilità del gruppo consiliare a partecipare alle commissioni consiliari. Vana ad oggi è stata la nostra disponibilità a prendere parte ad incontri, organizzati dal Sindaco, al fine di trovare una soluzione condivisa all’attuale situazione di stallo politico-amministrativo. Altresì inascoltati sono stati i nostri appelli all’unità su argomenti tanto delicati quali la modifica del Piano di Riordino Ospedaliero ed il futuro del nostro Ospedale».

La nota del PD si conclude dicendo: «Noi riteniamo che la soluzione di questa situazione paradossale, questione che abbiamo sollecitato già dal mese di settembre, non possa più essere rinviata. Prima di ogni discussione su tariffe e bilancio è necessario verificare se c’è ancora una visione comune e condivisa delle problematiche più importanti della nostra comunità stabilendo insieme tempi e modalità di intervento. Riteniamo altresì che ci sia la necessità di ampliare la base della maggioranza, con la più ampia convergenza possibile, al fine di avere una Amministrazione forte e coesa in grado di affrontare proprio quelle situazioni delicate, quale il futuro del nostro Ospedale ed altre questioni significative, per il bene del nostro territorio».

A 10 giorni dal Consiglio comunale per l’approvazione del bilancio, il primo cittadino cerca di ricomporre una maggioranza ampia con i consiglieri di centrodestra, 4 di Area Popolare e 4 del Pd (mentre il consigliere avv. Giuseppe Tagliente si dichiarerà indipendente essendo fuoriuscito dal Pd).

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione