Cerca

Martedì 22 Agosto 2017 | 16:52

truffa a Ostuni

Affittavano ad ignari turisti
gli immobili del Comune

Affittavano ad ignari turisti  gli immobili del Comune

OSTUNI - Proprio come Totò: nel film Totòtruffa il principe Antonio De Curtis arriva a vendere ad un turista americano la Fontana di Trevi che, ovviamente, non era sua; nella truffa scoperta dai finanzieri della compagnia di Ostuni due ostunesi davano in locazione villini di proprietà del Comune incassando il canone di affitto dai locatari.

Ha dell’incredibile la vicenda portata alla luce dagli investigatori delle Fiamme gialle del capitano Gerardo Chiusano. I finanzieri hanno scoperto che un uomo e una donna – entrambi sono ostunesi – erano diventati “proprietari” di due villini, che nella realtà delle cose erano del Comune di Ostuni, e li avevano dati in locazione a ignari affittuari, che puntualmente pagavano loro il canone di locazione. Quando gli inquilini si sono recati agli uffici del Comune per regolarizzare la propria residenza in quei villini ubicati nel cuore della Valle d’Itria e si sono sentiti rispondere dal solerte impiegato che la cosa non era possibile un dubbio gli è venuto. Ma tant’è…

I finanzieri, invece, sono andati in fondo alla questione e, nell’ambito dei controlli effettuati per stanare chi affitto “in nero” case e locali, hanno scoperto che i due ostunesi erano andati ben oltre: avevano dato in locazione due villini confiscati alla criminalità organizzata ed entrati a far parte del patrimonio (indisponibile) del Comune di Ostuni. Pare che i due immobili confiscati siano pervenuti all’ente locale della città bianca in stato semi-rustico: alle rifiniture dei villini hanno provveduto gli stessi locatari, quelli che si mettevano in tasca i canoni di locazione.

In un film diventato l’icona della comicità italiana, Totò vende la Fontana di Trevi ad un credulone turista italo-americano: nella rivisitazione di Totòtruffa portata alla luce dai finanzieri ad Ostuni si era andati ben oltre. I due Totò ostunesi al momento hanno rimediato una denuncia in stato di libertà alla magistratura. Non solo. I finanzieri si sono già messi in moto per sottoporre a tassazione, quando sarà il momento, i canoni di locazione che i due hanno illecitamente intascato.

Mimmo Mongelli

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione