Mercoledì 18 Luglio 2018 | 22:37

Rubavano di tutto: smascherati dalle videocamere del Nas

Furti e truffe al «Perrino»
a processo i dipendenti

Furti e truffe al «Perrino» a processo i dipendenti

di Piero Argentiero

BRINDISI - Tutte a giudizio le persone coinvolte nell’operazione Roller Band: dipendenti della Sanità Service, azienda che provvede allo stoccaggio nel deposito-farmacia degli ospedali Perrino di Brindisi e in quello di Ostuni, alla loro distribuzione attraverso i roller dei prodotti farmaceutici nelle corsie dei due ospedali.

Con giudizio abbreviato, fissato per il 16 maggio dinanzi al giudice Paola Liaci, saranno processati Oliver Cannalire, difeso dall’avvocato Vito Epifani; Massimiliano Bataccia e Ignazio Menga, difesi da Daniela d’Amuri, e Michelangelo Lombardi, difeso da Paolo Antonio D’Amico e Francesco Arigliano.

Con giudizio ordinario, dinanzi al collegio penale, con prima udienza fissata per il 5 maggio, saranno processati Damiano Bissante, difeso dall’avvocato Giuseppe Guastella;  Cosimo De Tommasi difeso da Fabio Valentini, Attilio Ferulli difeso da Lelio Lolli, Sergio Gianfrate difeso da Alessandro Longo, Saverio Pollio difeso da Livio Di Noi e Santo Schiena, difeso da Paolo Antonio D’Amico. Parte civile si è costituita la Sanità Service con l’avvocato Francesco Greco. Nell’operazione furono coinvolte tredici perone.

Gli arrestati rinchiusi in carcere furono Lombardi, 43 anni, di Brindisi, e Cannalire, 44 anni, nato in Francia, residente a Brindisi, con vari precedenti penali. Ai domiciliari furono assegnati Bataccia, 46 anni, Bissante, 60 anni, brindisini; Ferulli, 41 anni, nativo di San Pietro Vernotico, residente a Cellino San Marco; Menga, 59 anni, di Brindisi; Antonio Pozzessere, 56 anni, Concetta Pozzessere, 38 anni, e Patrizia Rammazzo, 53 anni, brindisini. Obbligo di dimora per De Tommasi, 55 anni, di Novoli. Rigettata la richiesta di arresti domiciliari per Gianfrate, 52 anni, Pollio, 38 anni, e Schiena, 51 anni, brindisini. Di peculato rispondono Massimiliano Bataccia, Damiano Bissante, Oliver Cannalire, Cosimo De Tommasi, Attilio Ferulli, Sergio Gianfrate, Michelangelo Lombardi, Ignazio Menga, Saverio Pollio e Santo Schiena. Accusa loro contestata in qualità di incaricati di pubblico servizio, poiché da dipendenti della Sanità Service Srl (per conto dell’Asl di Brindisi effettuato il servizio di ausiliariato e pulizie dell’ospedale Perrino), avendo per motivi di lavoro il possesso delle chiavi della farmacia ospedaliera, si appropriavano di farmaci e presidi ospedalieri destinati ai reparti.

In particolare a Bataccia vengono contestate ventinove appropriazioni; a Bissante nove, a Cannalire sei; a De Tommasi quattro; a Ferulli dieci; a Gianfrate due; a Lombardi quarantasei; a Menga sei; a Pollio una e a Schiena tre. Gianfrate, Pollio e Schiena hanno evitato l’arresto proprio perché il loro numero di appropriazioni era marginale rispetto agli altri. Di ricettazione rispondono Antonio Pozzessere, il fruttivendolo, la sorella Concetta e l’amica di quest’ultima Patrizia Rammazzo. Ad Antonio Palazzo vengono addebitati tredici casi di ricettazione; diciannove alla sorella e sedici alla Rammazzo. Questi tre hanno già patteggiato la pena: due anni a testa per i due Pozzessere; un anno e dieci mesi per la Rammazzo:pena sospesa per tutti. C’è poi la truffa aggravata. Perché alcuni si assentavano dal posto di lavoro. Sono in quattro i dipendenti della <Sanità service> assenteisti: Olivier Cannalire, Massimiliano Bataccia, Michelangelo Lambardi e Ignazio Menga.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

ALTRI ARTICOLI DALLA SEZIONE

Brindisi, in mare dilaga l'alga tossica: sconsigliata balneazione

Brindisi, in mare dilaga l'alga tossica: sconsigliata balneazione

 
Brindisi, omicidio Di Coste, il pm chiede l'ergastolo: assolti due fratelli

Brindisi, omicidio Di Coste, il pm
chiede l'ergastolo: assolti due fratelli

 
Erano finiti sotto processo per aver trasmesso una partita

Erano finiti sotto processo
per aver trasmesso una partita

 
Furti in appartamento, spaccio e armi: 15 arresti nel Brindisino

Furti in appartamento, spaccio e armi: 15 arresti nel Brindisino

 
Porto di Brindisi, premi gonfiatiall'Autorità: assolti due dirigenti

Porto di Brindisi, premi gonfiati
all'Autorità: assolti due dirigenti

 
Latiano, cani abbandonati:il servizio costa 40mila eurol’Amministrazione adotta Max

Latiano, cani abbandonati:
il servizio costa 40mila euro
l’Amministrazione adotta Max

 
Brindisi, più di 260 chili di droga nascosti in un gommone: arrestato 26enne

Brindisi, più di 260 chili di droga nascosti in un gommone: arrestato 26enne (Vd)

 
Oria, due baby rapinatori incastrati dal Dna: arrestati

Oria, due baby rapinatori incastrati dal Dna: arrestati

 

GDM.TV

Maxi sequestro a Lecce

Lecce, maxi sequestro di anabolizzanti: 500mila pasticche in un garage VIDEO

 
Commento fallimento Baricalcio di Fabrizio Nitti

Nitti (Gazzetta): «Troppo tardi. Evidenti colpe di chi ha gestito»

 
La sciarpata, l'inno, l'emozioneSulle note si «insegue un sogno»

La sciarpata, l'inno, l'emozione. Sulle note si «insegue un sogno»

 
Brindisi, più di 260 chili di droga nascosti in un gommone: arrestato 26enne

Brindisi, più di 260 chili di droga nascosti in un gommone: arrestato 26enne (Vd)

 
I pugliesi lo fanno meglio: ecco Roberta e il suo 'U Taràll

Roberta, 2 lauree e un sogno da giornalista: torna a Bari da Londra per fare i taralli

 
Bari, francesi cantano Marsigliese per festeggiare Coppa del Mondo

Bari, francesi cantano Marsigliese per festeggiare Coppa del Mondo Vd

 
Pio e Amedeo, l'incursione nello stadio dei Leeds: Presidente, giochiamo col Foggia?

Pio e Amedeo, l'incursione nello stadio dei Leeds: Presidente, giochiamo col Foggia?

 
Di Maio a Matera: «Via Pittella, non si gioca con la sanità»

Di Maio a Matera: «Via Pittella, non si gioca con la sanità»

 

PHOTONEWS