Cerca

Giovedì 17 Agosto 2017 | 17:29

cellino

Cacciatore uccide airone
nel laghetto di Al Bano

L'amarezza del cantante: «L'avevo ribattezzato Don Carmelo»

Cacciatore uccide airone nel laghetto di Al Bano

CELLINO SAN MARCO - Quello di ieri è stato un brutto risveglio per il cantante Al Bano, da qualche giorno a riposo nelle sue Tenute.

Passeggiando intorno al laghetto del villaggio turistico ha visto quello che mai avrebbe voluto vedere. L’airone che da tanti anni si abbeverava al laghetto stesso e si soffermava intorno alle Tenute tanto da esserne diventato una vera e propria attrazione era stato abbattuto da un cacciatore dai pochi scrupoli.

Si trattava di un airone stellato, conosciuto anche con il nome Tarabuso: un volatile al quale il cantante era molto legato tanto da averlo ribattezzato con il nome del padre: don Carmelo.

«Ma come è possibile che qualcuno abbia potuto sparare ad un airone?», si chiedeva ieri Al Bano.

«Un cacciatore vero - aggiunge - credo che sappia riconoscere gli uccelli e se proprio ama sparare e non può farne a meno, dovrebbe farlo su quelle specie individuate proprio a questo scopo. Invece, accade che si possa sparare su tutto ciò che vola. Come è successo anche in questo caso».

L’airone «Don Carmelo», come si diceva, era diventato una specie di attrazione per le Tenute di Al Bano.

«Ora non sarà più possibile ammirarlo a svolazzare tra gli ulivi - conclude amaramente il cantante -. È davvero assuro e incomprensibile».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione