Cerca

Giovedì 24 Agosto 2017 | 07:02

Allarme truffe

Cambio di soldi o mappa
anziani derubati a Brindisi

Cambio di soldi o mappaanziani derubati a Brindisi

ANTONIO PORTOLANO
Truffati e derubati con la tecnica dell’ipnosi, al punto tale di non rendersi conto nemmeno che qualcuno stava portando loro via danaro o preziosi. Due anziani sono finiti nel mirino di malviventi abilissimi nel «ripulirli» di quanto avevano con loro. Un caso ha visto protagonista un ottantenne nel centro storico, il secondo un anziano all’incirca della stessa età al rione Casale. Il primo caso sarebbe stato denunciato ai carabinieri, il secondo non ancora, ma ha già fatto il giro del quartiere.
Il raggiro del cambio
«Scusi può cambiarmi cento euro?». Sarebbe stata questa la scusa con cui l’ottantenne sarebbe stato «agganciato» dai truffatori. L’anziano avrebbe aperto il portamonete, con l’intenzione di essere d’aiuto, ma poi si è accorto che il danaro che aveva con se non erano sufficienti. «Ho solo questi mi dispiace» avrebbe risposto. E i suoi interlocutori lo avrebbero ringraziato andandosene. L’ottuagenario ha quindi riposto il portamonete in tasca e si è recato al supermercato a fare la spesa. Solo quando è arrivato alla cassa per pagare aprendo il portamonete si è accorto che era vuoto. È a quel punto che ha realizzato il raggiro. I delinquenti erano stati cosi abili e veloci da non fargli capire nulla. Ad agire, secondo quanto avrebbe poi denunciato ai carabinieri, sarebbero stati degli extracomunitari, ma non è escluso possa trattarsi di indiani, pakistani o addirittura gente dell’est.
Il trucco della cartina
«Scusi mi dice se è giusto il percorso che sto facendo?». Così un altro truffatore avrebbe fermato per le vie del Casale un altro anziano. Piazzandogli la mappa a distanza ravvicinata sul volto. Non è chiaro cosa vi fosse su quel foglio di carta ma l’uomo sarebbe rimasto «stordito» da quel gesto al punto da rimanere in balia del suo interlocutore. Uno stato quasi di trance quello in cui l’uomo è stato indotto, durante il quale, il malvivente sarebbe riuscito a sfilargli alcuni anelli e pochi spiccioli per poi allontanarsi. Solo dopo diverso tempo l’anziano ha realizzato di essere stato derubato.
Tabaccaio ipnotizzato
Qualche tempo fa - la notizia non è mai stata pubblicata - nel mirino dei truffatori è finito un commerciante sempre al rione Casale. Il delinquente mostrò delle banconote chiedendo se fossero valide in Italia ed in qualche modo ipnotizzò il tabaccaio portandosi via l’incasso senza alcun bisogno dell’uso della forza. La vicenda suonò strana anche ai carabinieri che verificarono la denuncia guardando anche l’impianto di videosorveglianza dell’attività commerciale. Nelle immagini c’era il truffatore che nell’arco di un minuto circa riusciva ad imbambolare il commerciante. E mentre questi continuava a parlare, l’altro girava dietro il bancone e si portava via l’incasso con il commerciante che continuava a spiegare all’uomo come se lo avesse ancora di fronte. In questo caso non si trattava di un anziano.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400

Altri articoli dalla sezione