Cerca

Revocato il servizio

Caos rifiuti a Brindisi
sindaco sfratta la diitta

Caos rifiuti a Brindisisindaco sfratta la diitta

Nonostante il servizio di raccolta dei rifiuti abbia ormai ripreso da inizio settimana un ritmo pressochè normale, l’emergenza igienico-sanitaria in città resta un problema ancora attuale e trova pieno riscontro in quei quartieri dove i sacchetti di immondizia - accumulatisi nei giorni scorsi a causa dell’agitazione posta in essere dai lavoratori di Ecologica per il mancato pagamento degli stipendi - rimangono ancora per strada, in attesa che qualcuno li rimuova. Facendo seguito allo «scadimento del servizio di raccolta rifiuti urbani che ha comportato negli ultimi giorni l’insorgere di una evidente e attestata emergenza igienico-ambientale nell’intera città di Brindisi» e al sopralluogo effettuato martedì pomeriggio dalla sindaca in alcuni quartieri, «l’Amministrazione comunale ha determinato la revoca immediata del servizio attualmente svolto dalla ditta Ecologica Pugliese srl, con obbligo in capo alla stessa ditta di permanere nel servizio esclusivamente per il tempo strettamente necessario al completamento delle procedure di gara in corso con bando biennale». E dal Comune si spiega: «In data 21 novembre 2016 l’Ecologica Pugliese aveva comunicato tra l’altro che “sono stati rimossi tutti i rifiuti presenti sul territorio comunale”. Ma dai successivi controlli effettuati anche personalmente dalla sindaca Carluccio si era constatato il permanere del grave stato di pericolo per la presenza sul territorio comunale di notevoli ammassi di rifiuti. Il tutto - si dice - va ad aggiungersi ai numerosi interventi sostitutivi da parte dell’Amministrazione comunale che si è fatta carico già per tre volte di intervenire direttamente nel pagamento dei lavoratori a causa del mancato pagamento delle retribuzioni da parte dell’Ecologica Pugliese srl». Il provvedimento è stato già notificato alla ditta Ecologica Pugliese, a tutte le autorità competenti e all’anas (Agenzia nazionale Anticorruzione) per eventuali provvedimenti di competenza. «Il Comune di Brindisi indirà immediatamente un bando-ponte per la copertura del servizio in attesa del pronunciamento sul ricorso presentato dallo stesso Ente al Consiglio di Stato relativamente al bando già pubblicato e impugnato da Ecologica Pugliese davanti al Tar».
servizi alla pagina II

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400