Cerca

Il contenzioso

Rifiuti, il Tar sospende
nuova gara a Brindisi

Nuova decisione dei giudici amministrativi che blocca l'affidamento a Ecotecnica

Rifiuti, il Tar sospendenuova gara a Brindisi

Ancora un provvedimento del Tar favorevole ad Ecologica Pugliese. Con ordinanza pubblicata ieri mattina, la III Sezione del Tribunale Amministrativo di Lecce, accogliendo il ricorso proposto dalla società che gestisce il servizio di raccolta dei rifiuti a Brindisi, attraverso gli avv.ti Luigi Quinto ed Enzo Augusto, ha sospeso l’ordinanza contingibile ed urgente adottata dal sindaco lo scorso 12 ottobre con la quale il servizio era stato affidato alla società Ecotecnica sul presupposto che Ecologica Pugliese si sarebbe rifiutata di sottoscrivere il contratto d’appalto.
Accogliendo le tesi dei legali della società, il Tar ha rilevato come la mancata sottoscrizione del contratto fosse ampiamente giustificata avuto riguardo all’inserimento da parte del Comune di una penale per il mancato raggiungimento di una percentuale di raccolta differenziata pari al 60%.
«Tale clausola - ha sostenuto l’avv. Quinto - appare irragionevole in considerazione degli attuali livelli di raccolta differenziata, che si attestano intorno al 30%, e della circostanza, ammessa dallo stesso Comune di Brindisi nel Capitolato Speciale d’Appalto, delle oggettive difficoltà di raggiungere quella quota alla luce dell’attuale sistema impiantistico della provincia di Brindisi».
Il Tar di Lecce ha accolto anche l’ulteriore contestazione di Ecologica Pugliese nei confronti del nuovo bando di gara nella parte in cui sono stati richiesti mezzi immatricolati in data non antecedente al 1° gennaio 2015.
Nella discussione innanzi ai giudici amministrativi, l’avv. Luigi Quinto ha dimostrato come quella clausola fosse preordinata ad escludere Ecologica Pugliese dalla nuova gara poiché quest’ultima, su ordine del Comune di Brindisi, aveva acquistato mezzi nuovi per l’espletamento del servizio nel novembre del 2014, quindi appena due mesi prima rispetto al termine fissato nel nuovo bando.
In accoglimento della prospettazione difensiva di Ecologica Pugliese, il Tar ha giudicato «illogica ed ingiustificata» la indicazione della data del 1° gennaio 2015 ed ha quindi sospeso gli atti della nuova gara.
L’udienza di merito è stata fissata al prossimo 4 gennaio 2017.
Una ulteriore “batosta” per l’Amministrazione comunale in sede di contenzioso amministrativo e in relazione ad un servizio che da anni ormai non trova pace.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400