Cerca

nel brindisino

«Incidenti di stagione»
Mangiano funghi velenosi
in 3 finiscono in ospedale

«Incidenti di stagione»Mangiano funghi velenosiin 3 finiscono in ospedale

di FEDERICA MARANGIO

SAN PANCRAZIO SALENTINO - Succulento pranzo domenicale a base di funghi e poi tutti in ospedale.
Tragedia sfiorata per una famiglia di Torre Santa Susanna. In nove hanno mangiato i funghi tossici, ma fortunatamente solo tre sono finiti al Pronto Soccorso del Perrino di Brindisi in codice rosso: quelli che hanno consumato i funghi in questione senza un’adeguata cottura.
Come ogni domenica un sessantacinquenne pensionato di Torre aveva raccolto i funghi in un tratto di campagna compreso fra Torre e San Pancrazio, una pratica per lui abitudinaria che ha rinnovato con l’arrivo dell’autunno. Questa volta, però, qualcosa non è andata per il verso giusto. I tre - la moglie dell’uomo che li aveva raccolti, una figlia e il genero - che li hanno consumati dopo averli cotti alla griglia, hanno accusato lancinanti dolori addominali con vomito e diarrea. Gli altri sei componenti della famiglia li avevano mangiati con la pasta.

«Il Boletus pulchrotinctus necessita di una cottura prolungata perché le tossine termolabili in esso contenute possano essere eliminate». Questo si legge sul bollettino del consulente micologico della Asl Pancrazio Sanasi, il quale, analizzando alcuni dei funghi raccolti nella stessa giornata e portati dalla famiglia torrese in ospedale, ha potuto determinare la tipologia, indentificandola appunto nella specie del «Boletus pulchrotinctus». L’elevata tossicità di questo fungo, quindi, s’è sprigionata nella cottura alla griglia, molto meno omogenea di altre, con alcune parti che possono rimanere addirittura crude.

Quello di ieri è il secondo caso in due giorni nella provincia. Come prevenire?
«Coloro che raccolgono i funghi - risponde il consulente micologico Sanasi - devono seguire un corso prima di imbattersi in avventure domenicali. L’ispettorato micologico dell’Asl offre un servizio gratuito e il calendario degli orari nei giorni a disposizione con relativi contatti telefonici: tutto è consultabile presso ogni stazione di Polizia locale dei Comuni della Provincia».
Un servizio di cui è bene usufruire anche solo per un rapido consulto post raccolta, per evitare che la passeggiata nei boschi e il successivo pranzo si trasformi in un incubo.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400