Cerca

Ceglie

Scontro sulla provinciale
Muore donna di trent'anni

Ferita la 25enne che era con la vittima ed i due occupanti dell'altra auto

Scontro sulla provinciale  Muore donna di trent'anni

Tragedia della strada lungo la provinciale che collega Ceglie Messapica a Martina Franca: in un incidente, accaduto ieri pomeriggio, poco dopo le 18 e 30, ha perso la vita una giovane donna, Marzia De Luca, 30 anni, residente a Monterotondo (Roma). Per cause in corso di accertamento, la donna ha perso il controllo della Fiat Panda che stava guidando. L’utilitaria ha invaso l’opposta corsia di marcia e si è scontrata frontalmente con una Ford Focus. L’impatto è stato devastante. Le condizioni della 30enne sono apparse subito gravissime. Il medico del 118, constatata la gravità della situazione, una volta che la giovane automobilista è stata sistemata sull’ambulanza, ha dato disposizioni al conducente del mezzo di soccorso di correre a sirene spiegate verso l’ospedale «Perrino» di Brindisi. Una corsa vana: il cuore della 30enne romana ha cessato di battere per sempre durante il tragitto verso il capoluogo.

Sulla Fiat Panda, insieme a Marzia De Luca, viaggiava una 25enne di Viterbo. Nello scontro tra l’utilitaria di casa Fiat e la Focus la donna è rimasta ferita. Soccorsa da una delle ambulanze inviate sul luogo dell’incidente dalla centrale operativa del 118, la 25enne è stata portata al Perrino. Sino alla tarda serata di ieri non è stato possibile avere notizie sulle condizioni della giovane donna.

Sulla Ford Focus viaggiavano padre e figlio, rispettivamente di 47 e 15 anni, di Ceglie Messapica. Nell’impatto tra i due mezzi entrambi sono rimasti feriti e sono stati presi in cura dal personale del 118, che li ha trasportati all’ospedale Santissima Annunziata di Taranto. Le loro condizioni non destano preoccupazione.

Il grave incidente è accaduto all’altezza del chilometro 39+200 della provinciale Ceglie Messapica-Martina Franca, in territorio cegliese.

Il compito di effettuare sul luogo del sinistro tutti i rilievi che sono necessari per ricostruire la dinamica dell’accaduto è spettato ai carabinieri della stazione di Ceglie Messapica. Quando i militari dell’Arma sono arrivati sul tratto della provinciale che era stato teatro del gravissimo schianto si sono trovati davanti ad una scena apocalittica: nello scontro la Panda si era ridotta ad un groviglio di lamiere.

La Ceglie-Martina è rimasta interdetta al transito dei veicoli sino a quando i carabinieri non hanno completato tutti i rilievi e hanno dato il via libera alla rimozione dalla carreggiata dei due veicoli coinvolti nell’incidente.
Un altro incidente piuttosto grave si è verificato, sempre ieri sera, praticamente alla stessa ora, lungo la strada provinciale che collega Ceglie Messapica a Cisternino, in territorio di Ceglie, a tre chilometri dalla città della Valle d’Itria. Per cause in corso di accertamento da parte dei vigili urbani di Ceglie, un ex autista di scuolabus ha perso il controllo della sua auto che, dopo essersi cappottata, ha finito la corsa contro un muretto a secco sito a lato della strada. Il conducente dell’unica auto coinvolta nell’incidente è stato trasportato al «Perrino», dove è arrivato in codice rosso (nella scala delle emergenze sanitarie è la più grave).

Mimmo Mongelli

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400