Cerca

Contro Carluccio e Luperti

Brindisi scritte offensive su muri
contro candidati alle comunali

Brindisi scritte offensive su muri  contro candidati alle comunali

BRINDISI - Scritte offensive riferite al candidato sindaco Angela Carluccio, sostenuta da una coalizione di centro e dai Conservatori e Riformisti dell’europarlamentare Raffaele Fitto, e all’ex assessore della vecchia giunta Pd Pasquale Luperti, ora candidato per il consiglio comunale nella lista 'Impegno socialè a supporto di Carluccio, sono apparse stamani su alcuni muri del quartiere Commenda di Brindisi. In una si legge 'Luperti mafià, in un’altra il riferimento è all’ aspirante sindaco. Sull'episodio indaga la Digos di Brindisi.

Luperti è stato assessore all’Urbanistica della giunta retta da Cosimo Consales, arrestato il 6 febbraio scorso per corruzione e poi dimessosi dalla carica. A Luperti ha fatto riferimento, durante un’audizione dinanzi alla commissione parlamentare antimafia, il presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, che è stato poi querelato dallo stesso Luperti. Questi è figlio e nipote di due esponenti della Sacra Corona Unita, Antonio e Salvatore Luperti, uccisi alla fine degli anni '90 nell’ambito di una guerra di mala scoppiata per il controllo del contrabbando di sigarette.

«Le scritte oltraggiose contro la 'Grande coalizionè e contro il suo candidato sindaco – si legge in una nota di 'Noi Centrò, una delle liste a sostegno di Carluccio - apparse su alcuni muri, confermano la bontà delle nostre scelte compiute al momento di selezionare chi inserire nelle liste e chi invece mettere alla porta. Evidentemente questi ultimi hanno trovato comoda ospitalità altrove, andando a consolidare quelle incrostazioni di marcio e di malaffare che terremo lontane dal Palazzo di città. Proseguiamo dunque la nostra campagna elettorale senza timori e compatendo chi pensa di poterla condizionare utilizzando i suoi sgherri».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400