Cerca

In contrada Autigno

A fuoco camion di impresa
Un messaggio del racket?

Nel mirino due messi pesanti della ditta Spazio Strade dell'imprenditore Vincenzo Di Coste

incendio camion brindisi

L’ombra del dolo dietro l’incendio che ha devastato due mezzi pesanti della ditta «Spazio Strade srl» di proprietà dell’imprenditore Vincenzo Di Coste.
Il rogo è divampato all’interno del recinto dell’azienda in cui erano custoditi nella tarda serata di domenica.
Erano circa le 23 quando le fiamme hanno aggredito due automezzi modello «Fiat Iveco 330»: si tratta di un camion pompa e una betoniera di proprietà della ditta di calcestruzzi con sede a Latiano.
I due mezzi erano parcheggiati l’uno accanto all’altro in contrada Autigno all’interno di un cementificio, nei pressi delle cave.
Scattato l’allarme al 115, sul posto si sono recate due squadre dei vigili del fuoco partite dal comando provinciale di Brindisi, la prima partenza e l'autobotte.
Sul posto è stato necessariamente richiesto l'intervento degli uomini die carabinieri.
Le fiamme, che hanno divorato distrutto i due mezzi, in particolare hanno devastato le cabine di pilotaggio.
I Vigili del fuoco hanno dovuto faticare non poco prima di riuscire ad avere ragione dell’incendio.
Una volta estinte le fiamme carabinieri e pompieri hanno proceduto ai rilievi di rito per cercare di comprendere le esatte cause del rogo. Indagini sono ancora in corso non essendo stati trovati nell’immediatezza inneschi evidenti.
I militari tuttavia non escludono che possa essersi trattato di un incendio di natura dolosa e quindi di un attentato ai danni dell’imprenditore.
I due mezzi distrutti nell’incendio non sarebbero coperti da assicurazione.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400