Cerca

Massari «punge» Carluccio

Brindisi, botta e risposta
tra candidati sugli slogan
«Parla dei figli» «Non sa che dice»

Brindisi, botta e rispostatra candidati sugli slogan«Parla dei figli» «Non sa che dice»

Botta e risposta a Brindisi tra i candidati di centro e di centrodestra. «Per esempio se vincesse l'avvocatessa Carluccio, che continua a parlare di convenzioni, quando le convenzioni non c'entrano più nulla, significa che non sa neppure di quello di cui parla. Evidentemente ha tre bambini e non ha il tempo di approfondire». Lo ha detto, riferendosi all’avversaria Angela Carluccio che è candidata sindaco per una coalizione moderata di Centro (composta dai 'fittianì di Cor, da Noi Centro e da alcuni ex Pd riuniti in una lista civica), l'avvocato amministrativista Nicola Massari, candidato sindaco a Brindisi per Forza Italia, supportata anche da Noi con Salvini e Fratelli d’Italia, che stamani è stato ufficialmente presentato alla città. Hanno partecipato alla conferenza stampa anche il coordinatore regionale di Fi, Luigi Vitali, e i rappresentanti locali delle altre forze che sostengono Massari.
Quest’ultimo stava parlando di inquinamento e di rapporti con l'Enel. «Non vorrei dire come Bertolaso, per l’amor di Dio - ha aggiunto Massari - ma uno che si candida a sindaco, almeno un punto studiatelo e vienicelo a dire. Ma non può impostare una campagna elettorale dicendo io ho tre bambini? Cara collega Carluccio, tuo padre quando ha autorizzato la centrale ha pensato ai bambini degli altri?». Il padre di Angela Carluccio, Bruno, è stato sindaco di Brindisi dal 1980 al 1984.
Massari ha poi affrontato diverse tematiche cittadine ed ha anche parlato del suo passato nelle fila dell’Italia dei Valori. "L'Idv non era una malattia - ha detto - era un partito politico discioltosi qualche anno addietro dopo che Report ne svelò le magagne del suo condottiero. Tecnicamente non sono un ex Idv, ma sono un orfano Idv. Quantomeno chiamatemi orfano Idv. Non rinnego quella esperienza, perché la base del partito era composta da uomini seri, integri e onesti».
La replica non si è fatta attendere: «Stia tranquillo l’avvocato Massari: forse sottrarrò del tempo ai miei bambini ma li ripagherò costruendo per loro, e per i figli di tutti i brindisini, una città migliore». E’ la risposta del candidato sindaco di Brindisi per una coalizione moderata (Cor, Noi Centro ed ex Pd), Angela Carluccio, a Nicola Massari, aspirante primo cittadino di Forza Italia, che oggi in una conferenza stampa, parlando delle convenzioni con la società Enel e riferendosi alla Carluccio, ha detto tra l’altro che «evidentemente ha tre bambini e non ha il tempo di approfondire».
«E' l’avvocato Massari che evidentemente - spiega Carluccio - preso dalla foga dell’improvvisa candidatura, non ha avuto il tempo di documentarsi sull'importanza che le convenzioni Enel avranno nel futuro immediato di questa città. Io l’ho fatto e posso chiarire le idee al collega in qualsiasi momento, dimostrandogli che si tratta di svariati milioni di euro all’anno che Enel ha il dovere di pagare, da subito, alla nostra città. A questo punto però l’elettorato deve prendere atto che da un lato il centrodestra sostiene che le convenzioni non c'entrano nulla, dall’altro che il centrosinistra si candida proprio con l’Enel seduta in prima fila. Io invece - conclude Carluccio - confermo che le convenzioni saranno il primo punto da affrontare il giorno successivo alle elezioni».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400