Cerca

A Palazzo Granafei Nervegna il 7 Aprile

Un convegno a Brindisi
sulla donazione
del cordone ombelicale

Un convegno a Brindisisulla donazionedel cordone ombelicale

BRINDISI - La sezione provinciale A.D.I.S.C.O. Brindisi, organizza il Convegno ‘Donare: infiniti perché’, sull’importanza della donazione del cordone ombelicale, presso Palazzo Granafei Nervegna il 7 Aprile p.v. alle ore 16.30.

«I fini - si legge in un comunicato - sono molteplici. Tra i primi, ovviamente, l’intenzione di sensibilizzare la donna, la neomamma in particolare, all’atto della donazione del cordone ombelicale, fondamentale per il recupero e la lavorazione delle cellule staminali, vitali per la cura dei, purtroppo innumerevoli, pazienti pediatrici. Il cordone, infatti, è matrice di vari derivati, quali il gel piastrinico o collirio, impiegati per la sopravvivenza di molti pazienti, anche adulti, affetti da alcune patologie oncologiche, ematologiche, immunologiche e dismetaboliche, a volte rare e gravissime. La loro vita dipende spesso dalla possibilità di effettuare un trapianto di cellule staminali e, per i pazienti che non hanno un donatore familiare compatibile, il sangue cordonale donato rappresenta un’efficace alternativa al trapianto di midollo osseo.Fra le tante associazioni che promuovono la raccolta di materiale biologico, utilissimo per sé e per gli altri, A.D.I.S.C.O. si distingue tra l’altro per la gratuità e per l’alto contenuto tecnologico delle procedure che adotta».

A introdurre il convegno la presidente dell’A.D.I.S.C.O. Brindisi, prof.ssa Lina Bruno Longobardo, che saluterà e introdurrà i relatori. A dar vita allo stesso saranno infatti ematologi, biologi e ginecologi attivi nel mondo della ricerca e della pratica sperimentale, quali il prof. Giovanni Martinelli, professore associato dell’Università di Bologna.  Direttore Medico del Reparto di Degenza dell'Istituto di Ematologia con responsabilità primaria su pazienti con linfoma, mieloma multiplo, leucemia acuta sottoposti a chemioterapia convenzionale e trapianto di midollo osseo autologo. Il professore parlerà del ‘Ruolo e delle modalità dei trapianti nelle leucemie acute’.

Seguirà la prof.ssa Marina Buzzi, Professore a contratto, nell’Università di Bologna, Scuola di Medicina e Chirurgia, Dirigente Biologo della  Banca regionale del Sangue Cordonale e dei Tessuti Cardiovascolari all'interno del Servizio di Immunoematologia e Medicina Trasfusionale del policlinico S.Orsola-Malpighi. Responsabile della  struttura semplice “Banca dei tessuti, del sangue cordonale e biobanca” presso l'U.O. Immunoematologia e  Medicina Trasfusionale. La professoressa illustrerà ‘Gli utilizzi alternativi dello S.C.O. Collirio e Gel piastrinico’.

Il dott. Michele Santodirocco, 
Dirigente Medico Diagnostica di Laboratorio e Trasfusionale del
Reparto Laboratorio Analisi e Microbiologia Ospedale ‘Casa Sollievo della Sofferenza’ di  San Giovanni Rotondo. Direttore medico della Banca del Sangue cordonale di Puglia, parlerà de ‘La raccolta del sangue cordonale in Puglia: attualità e prospettive’
Il dott. Giuseppe Garrisi ,Presidente Nazionale A.D.I.S.C.O. (Associazione Donatrici Italiane Sangue Cordone Ombelicale) nonché Dirigente Unità Operativa di Ostetricia e Ginecologia presso “Clinica San Francesco” di Galatina dal 2000, concluderà i lavori.

Moderatore dell’evento sarà il prof. Alessandro Distante è Presidente dell’ISBEM (Istituto Scientifico Biomedico Euro Mediterraneo) che nel territorio promuove ricerca e formazione ai fini dell’assistenza e dei servizi di qualità.

L’evento è patrocinato dal Comune di Brindisi, dalla ASL, dall’Ordine dei Medici e dall’Ordine dei Farmacisti della Provincia di Brindisi, oltre che dall’A.D.I.S.C.O. Nazionale.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400