Cerca

progetto

«Motorways of the Sea»
la Puglia diventa
cuore del Mediterraneo

Nato dalla collaborazione dell’Unione per il Mediterraneo con il governo tunisino e turco, riguarda l’attivazione di una linea marittima Turchia-Puglia-Tunisia

mar Mediterraneo

di GIACOMO PAGONE

L’Unione per il Mediterraneo ha approvato all’unanimità il progetto “Design and implementation of Motorway of Sea services between the ports of Izmir (Turkey), ports of Bari, Brindisi and Taranto (Italy) and the ports of La Goulette and Rades (Tunisia)” che investirà la Puglia di un ruolo chiave all’interno dell’integrazione della regione Euro-Mediterranea. Il progetto, facente parte dell’iniziativa “Union for the Mediterranean Motorways of the Sea” e nato dalla collaborazione dell’Unione per il Mediterraneo con il governo tunisino e turco, riguarda l’attivazione di una linea marittima Turchia-Puglia-Tunisia. Lo scopo principale dell’iniziativa è quello di incentivare le catene logistiche costituite dal traffico Ro-Ro (su strada, caratterizzato da spiccata vocazione intermodale), tra i porti della riva nord del Mediterraneo e quelli della riva sud.

Nello specifico, si parla di un modello di trasporto “PPP” (Partenariato Pubblico-Privato), in quanto la compagnia di navigazione assume i rischi di impresa, mentre l’incentivo diretto agli utilizzatori della linea, ricercati dall’Unione per il Mediterraneo attraverso le istituzioni finanziarie, è finalizzato al raggiungimento di un volume di traffico tale da rendere la tratta sostenibile dal punto di vista finanziario dopo un periodo di start-up iniziale. Il promotore dell’iniziativa è stata Italya'da Turk Ticaret Odasi (rappresentante delle Camere di commercio turche in Italia, con sede a Brindisi), che già in passato si era adoperata per l’istituzione della linea aerea Bari-Istanbul.

Il progetto è stato presentato ai Senior Officials dell’Unione per il Mediterraneo nel corso del Meeting del 27 Novembre 2015 e ha ricevuto l’approvazione nel successivo Meeting del 16 Febbraio 2016 a Bruxelles. Si tratta, dunque, di un riconoscimento dell’importanza strategica della Puglia all’interno dello scacchiere internazionale e un ottimo trampolino di lancio per lo sviluppo di politiche comuni mediterranee.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400