Cerca

Brindisi

Fotovoltaico, illecito frazionamento
cinque condanne a nove mesi

fotovoltaico

BRINDISI - Cinque persone sono state condannate a nove mesi di reclusione al termine di un processo per lottizzazione abusiva in relazione alla realizzazione, nel Brindisino, di un parco fotovoltaico con il sistema dell’illecito frazionamento. Si tratta di un ingegnere, Santo Masilla, di Erchie (Brindisi) e dei titolari e amministratori e direttori tecnici di alcune aziende di settore, Roberto Sajia di Roma; Antonio Puliafico di Barcellona Pozzo di Gotto (Messina), Natale Cicciari, e Sebastiano Buglisi di Terme Vigliatore (Messina). Tra gli indagati figurava anche Javier Ignacio Romero Ledesma, imputato in molti altri processi avviati a Brindisi, ma che è da tempo irreperibile.

I cinque, secondo quanto hanno accertato le indagini coordinate dal pm Milto Stefano De Nozza, avevano realizzato un unico impianto di 2 megawatt tra Erchie e Torre Santa Susanna, in realtà composto da due piccoli parchi, aggirando la normativa che prevedeva all’epoca dei fatti una procedura per il rilascio dell’autorizzazione unica regionale per gli insediamenti di potenza superiore a 1 megawatt. I due parchi delle società Fotoinpuglia e Solarpuglia facevano capo ai medesimi soggetti societari e si trovavano su terreni di proprietà della stessa persona.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400