Cerca

Lettera per Babbo Natale dall'Emilia arriva a Brindisi Operai accontentano bimba

Lettera per Babbo Natale dall'Emilia arriva a Brindisi Operai accontentano bimba
BRINDISI - Legata a due palloncini ha sfidato i venti e ha percorso più di 850 chilometri in volo per atterrare, il giorno di Natale, nei pressi del Petrolchimico di Brindisi la letterina che la piccola Vanessa, di Albinea (Reggio Emilia), aveva scritto a Babbo Natale l’8 dicembre scorso. Il foglio di carta arrotolato e legato a un nastro dorato si è fermato davanti all’ingresso di una delle aziende dello stabilimento petrolchimico di Brindisi: lo ha trovato un operaio, Gianni Chirizzi, che ha iniziato il turno ieri all’alba. Proprio il 25 dicembre, il giorno di Natale. L’ha raccolto e sono state avviate le ricerche.

Dopo il primo contatto con una testata online locale, "Senzacolonne News", la bimba è stata individuata dai cronisti a cui la sua famiglia ha confermato la storia. La piccola effettivamente vive in provincia di Reggio Emilia con i suoi genitori e l’8 dicembre aveva partecipato a un evento dedicato ai più piccoli in cui venivano raccolte proprio le letterine zeppe di desideri da esaudire. Vanessa, aiutata dai genitori, aveva scritto a Babbo Natale di «essere stata abbastanza buona» e aveva poi aggiunto di desiderare tanti giochi «forse troppi», si legge nella missiva scritta a penna che riporta anche l’elenco dei doni richiesti.

Il «Cral», il circolo ricreativo aziendale, che raggruppa i lavoratori del Petrolchimico di Brindisi, ha avviato una colletta per acquistare a Vanessa tutti i doni elencati che la piccola non ha ricevuto da Babbo Natale.

La foto da Senzacolonne News: a destra l'operaio che ha trovato la letterina Gianni Chirizzi, a sinistra la famiglia di Vanessa con la piccola

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400