Cerca

Brindisi, shuttle per l'aeroporto? Un'opera inutile, parola di Fi

Brindisi, shuttle per l'aeroporto? Un'opera inutile, parola di Fi

BRINDISI - "40 milioni di euro per un'opera che non collega l'aeroporto di Brindisi direttamente alla rete ferroviaria, ma solo attraverso vari passaggi. Uno sperpero di denaro che, come Forza Italia a tutti i livelli, chiediamo sia riprogrammato e destinato ad una soluzione davvero utile e strategica per l'importante infrastruttura aeroportuale brindisina".

Così l'on Luigi Vitali, coordinatore regionale pugliese di Forza Italia, che ha presentato la iniziativa intrapresa dai gruppi consiliari alla Regione Puglia e al Comune di Brindisi per rappresentare la contrarietà allo Shuttle Aeroporto di Brindisi-Rete ferroviaria di prossima costruzione.

"Intanto -ha aggiunto Vitali- informiamo che presto sarà attivo un collegamento diretto Lecce-Bari Palese, senza scambi e fermate intermedie (a parte Brindisi centrale), che permetterà di essere da Lecce a Bari aeroporto in un'ora. Se non si interviene per Brindisi è naturale il declassamento".

 

Tutto è stato illustrato, documenti alla mano, durante una conferenza stampa tenuta con Andrea Caroppo e Mauro D'Attis, rispettivamente capigruppo alla Regione e al Comune di Brindisi per Forza Italia.

 

"Interroghiamo il Presidente Emiliano su tutta la vicenda - ha dichiarato Caroppo - ed in particolare sulla sostenibilità dell'intervento nonché sulla opportunità di spesa di decine di milioni di euro che di fatto non risolvono il problema di connettere direttamente il Salento al suo aeroporto più vicino. La nostra proposta è di intervenire immediatamente sospendendo la procedura di appalto in corso, chiedendo una riprogrammazione delle somme e investendo tutto su un collegamento ferroviario diretto, integrando con altre somme della nuova programmazione 2014-2020".

 

La conferenza stampa si è tenuta a bordo del bus di linea urbana servito dalla STP di Brindisi che collega, al costo di un euro e in meno di 12 minuti, la stazione centrale di Brindisi all'aeroporto.

 

"Il collegamento su gomma - ha dichiarato Mauro D'Attis - esiste già da tempo ed è molto semplice e poco oneroso. Lo shuttle è una inutile e costosissima ripetizione. Il progetto è insostenibile per come funzionerà e per i numeri che richiede per mantenersi in piedi. Tempi di percorrenza più lunghi, 2 o 3 cambi per essere da Lecce all'aeroporto, costo del biglietto di 3 euro per la sola tratta Ospedale Perrino-Aeroporto, numero di passeggeri previsti spropositato (minimo 1.100 al giorno per lo shuttle), duplicazione di un servizio motobarca interno al porto di Brindisi che già esiste e che basterebbe inserire nei servizi minimi finanziati dalla Regione: sono solo alcuni elementi che abbiamo evidenziato. Già nel 2013 con i colleghi degli altri gruppi consiliari del centrodestra di Brindisi, ci eravamo mossi per tempo e avevamo segnalato tutto al CIPE e alla Corte dei Conti di Bari. Ora speriamo di trovare maggiore buon senso nell'uso di tanti soldi".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400