Cerca

Droga dal Nord Europa arresti nel Brindisino  Coinvolta nonna 80enne

Droga dal Nord Europa arresti nel Brindisino  Coinvolta nonna 80enne
BRINDISI – C'è anche una 'nonnina' di 80 anni tra gli indagati per spaccio di ingenti quantitativi di droga proveniente dal Nord Europa e diretta al territorio brindisino. Nella sua abitazione stamane i carabinieri hanno trovato armi, tra cui una mitraglietta Skorpion e un fucile che, per quanto emerso, l'anziana era in grado di smontare: le armi erano nascoste nel materasso del divano letto.

La misura cautelare è stata disposta nei confronti di 15 persone, ma una è sfuggita alla cattura; in tutto sono 17 gli indagati. Nel corso dell'attività investigativa coordinata dal pm di Brindisi Valeria Farina Valaori sono state sequestrate anche diverse somme in danaro: una in particolare, composta da contanti per 403mila euro, era nascosta in un pollaio.

Per quanto emerso, lo smistamento di grosse partite di cocaina e hascisc veniva gestita da alcune coppie di Oria, Torchiarolo, Mesagne e Torre Santa Susanna. Veniva utilizzata anche una pressa per la cocaina e una macchinetta conta-soldi per le banconote.

Nel corso dell'inchiesta, avviata nel marzo scorso, è stato anche appurato che un ragazzino appena 14enne aveva aiutato i familiari a disfarsi della sostanza dopo il primo ingente sequestro di 40 chili di cocaina che risale all'agosto scorso. Numerosi i viaggi verso la Germania e l'Olanda monitorati dai carabinieri che hanno proceduto con intercettazioni telefoniche e ambientali: quattro i sequestri eseguiti durante l'attività investigativa. La cocaina veniva acquistata al prezzo di 36.000 euro al chilo e rivenduta a prezzi anche 20 volte superiori; la droga veniva nascosta nel Salento in muretti a secco per essere poi prelevata dai pusher di zona.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400