Cerca

Morto a Brindisi il 32enne che si diede fuoco dopo lite con fidanzata

Morto a Brindisi il 32enne che si diede fuoco dopo lite con fidanzata
BRINDISI – Un 32enne di Copertino (Lecce) è morto ieri sera a causa delle gravi ustioni riportate il 9 novembre scorso, quando si diede fuoco durante una lite con la fidanzata. L’uomo, che viveva a Fasano (Brindisi), era ricoverato in gravi condizioni all’ospedale Perrino di Brindisi.
Sulla sua morte indaga la procura che ha disposto l’autopsia: il 32enne era stato ascoltato dai carabinieri dopo i fatti e aveva ricostruito quanto accaduto in una villetta di campagna, ammettendo di aver appiccato le fiamme utilizzando liquido infiammabile e un accendino perchè intenzionato a mettere in atto un gesto dimostrativo, poi però degenerato. Fu lui stesso a chiamare i soccorsi. La compagna, secondo quanto confermò la vittima, tentò di spegnere le fiamme. La donna è ora indagata per omissione di soccorso: l’informazione di garanzia che le è stata notificata è un atto dovuto finalizzato all’eventuale nomina di un consulente di parte che ha diritto di assistere all’esame autoptico.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400