Cerca

Caso Cascina, Asl restituisce appalto per Rsa di Ostuni

Caso Cascina, Asl restituisce appalto per Rsa di Ostuni
BRINDISI - La Asl di Brindisi restituisce la commessa alla Cascina la coop finita al centro di una inchiesta nell'ambito di Mafia Capitale. L'azienda sanitaria, che in un primo momento aveva disposto a luglio scorso la decadenza dall’aggiudicazione della gara per la gestione in accreditamento della R.S.A. di Ostuni, ha revocato tale delibera in autotutela. 

"La Asl - si legge in una nota dela coop romana - aveva difeso il suo provvedimento nella aule del TAR Puglia che, qualche settimana fa, si era espresso favorevolmente sulla legittimità dell’esclusione. Nonostante la sentenza favorevole, i vertici dell’Azienda Sanitaria Locale di Brindisi, probabilmente dopo aver approfondito i numerosi elementi" forniti dal Gruppo La Cascina, hanno deliberato la revoca in autotutela.

"Il provvedimento - prosegue la nota del Gruppo - è l’ultimo di una lunga serie di disposizioni che stanno contribuendo a restituire serenità al Gruppo e ai suoi 7mila dipendenti e soci lavoratori. Solo la settimana scorsa, il Direttore Generale dell’Università della Magna Graecia di Catanzaro aveva disposto la riattivazione del servizio mensa destinato agli studenti e al personale universitario, dopo due mesi di sospensione".

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400