Cerca

brindisi

Assalto a deposito Stp
ladri rubano gasolio
restano a secco 11 bus

Giuseppe De Marco

Undici mezzi «prosciugati» e cinque batterie di altrettanti pullman rubate. È questo il bilancio del furto ai danni della Società trasporti Pubblici.

Nel mirino dei malviventi sono finiti gli autobus di proprietà dell’azienda che erano parcheggiati nel deposito lungo uno spiazzo della stazione di servizio «Camer» sulla via per Campo di Mare nel territorio di San Pietro Vernotico.

I ladri hanno prosciugato i serbatoi di ben 11 mezzi, oltre a portare via le batterie di cinque pullman.

Quasi 250 i litri di gasolio rubati dopo essere stati travasati dai serbatoi alle taniche. Per un ammontare complessivo di circa 2.500 euro, valore di gran lunga superiore invece è quello delle batterie.

L’effrazione è stata scoperta ieri mattina dagli autisti che si sono recati sul posto per iniziare il servizio di trasporto. I carabinieri della locale stazione, coordinati dal maresciallo Giuseppe Pisani, hanno effettuato un sopralluogo per cercare di ricostruire la dinamica del furto e verificare la presenza di utili elementi per individuare i colpevoli. La visione dei filmati dell’impianto di video-sorveglianza quasi certamente consentirà di accertare l’identità dei malviventi. I ladri sono entrati nel deposito con un trattore, forzando un cancello di ingresso in un terreno attiguo, hanno asportato il gasolio contenuto nei serbatoi grazie a numerose taniche. Gli autobus, a secco, sono poi stati nuovamente riforniti da un automezzo fatto giungere sul posto. Inevitabili i disagi per gli autisti, che hanno dovuto raggiungere i vari capolinea con un certo ritardo e per i viaggiatori. Sul luogo si sono recati, la responsabile della Stp ing. Roberta Santoro, oltre che l’Assessore Angelo Esposito con delega Gestione del territorio. La Stp, come risaputo, effettua vari servizi di trasporto scolastico. Non è la prima volta che i ladri rubano gasolio agli autobus parcheggiati nello spiazzo ove sono parcheggiati.

Il presidente della Stp Rosario Almiento, dopo questo episodio annuncia un ulteriore rafforzamento della sorveglianza. «Queste forme di delinquenza - stigmatizza - non rappresentano solo un danno per la società, ma per l’intera collettività. Purtroppo viviamo in una realtà difficile ma continueremo a “combattere”, proprio per questo abbiamo deciso di aumentare maggiormente l’azione di vigilanza e contiamo molto sul lavoro delle forze dell’ordine grazie anche all’ottimo rapporto che la società ha con carabinieri e polizia. Sono stati gli autisti a rendersi subito conto di quanto era accaduto in nottata. Grazie all’officina mobile che abbiamo attrezzato da tempo, siamo riusciti a ridurre i disagi al minimo. L’immediato intervento sul posto dell’officina mobile ha consentito le riparazioni del caso e i mezzi sono stati subito riforniti. Siamo così riusciti a ridurre al minimo i tempi di attesa. Quel che fa male, tuttavia, non è il danno in se - che comunque non va sottovalutato - ma il gesto che la dice lunga sulla realtà con cui dobbiamo misurarci».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400