Cerca

La cricca degli appalti Asl 33 a processo a Brindisi

La cricca degli appalti Asl 33 a processo a Brindisi
BRINDISI, 17 SET – Il gup di Brindisi Stefania De Angelis ha rinviato a giudizio 33 persone e ne ha prosciolte altre 13 al termine dell’udienza preliminare che si è conclusa oggi per ipotesi di associazione per delinquere finalizzata alla turbativa d’asta per un giro di appalti truccati alla Asl di Brindisi. Tra le persone che dovranno affrontare il processo, a partire dal 18 dicembre prossimo, ci sono Claudio Levorato, amministratore della cooperativa Manutencoop Facility Management, insieme a dirigenti e manager della stessa società.

Prosciolto per prescrizione il capogruppo del Pd al consiglio comunale, Salvatore Brigante, che era accusato di peculato per aver utilizzato l’auto di servizio per recarsi a Roma al congresso dei Ds. In cinque hanno scelto di essere processati con rito abbreviato. Parti civili la Regione Puglia e la Asl di Brindisi. L’accusa, sostenuta dal pm Giuseppe De Nozza, aveva chiesto il rinvio a giudizio per tutti.

Manutencoop è coinvolta nell’inchiesta per una gara, pilotata secondo l’accusa, per l’efficientamento energetico dell’ospedale Perrino di Brindisi per la quale erano stati previsti 10 milioni di euro, e poi annullata. Prosciolti anche tutti i manager Artsana, coinvolta con accuse di frode in pubblica fornitura, per il servizio di assegnazione dei pannoloni per incontinenti nella provincia di Brindisi. Nel corso dell’inchiesta, condotta dai carabinieri del Nas e dalla guardia di finanza, furono eseguiti 22 arresti il 12 novembre 2013 e indagate complessivamente 133 indagati, tra i quali numerosi politici, per molti dei quali c'è stato stralcio e archiviazione per prescrizione intervenuta prima dell’esercizio dell’azione penale.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400