Cerca

Richard Gere in un suv «controllato» da carabinieri

Richard Gere in un suv «controllato» da carabinieri
di FEDERICA MARANGIO
BRINDISI - Non credeva ai suoi occhi, ma avrà una storia bellissima da raccontare a figli e nipoti. Richard Gere in giro in incognito nel Brindisino in compagnia di altri due volti noti, Patrick Dempsey e Ellen Pompeo, i due attori della serie americana “Grey’s Anatomy”. I tre erano approdati a Brindisi con uno yacht e a bordo di un suv noleggiato - con tanto di cappello e occhiali da sole - si dirigevano in una masseria del Fasanese per festeggiare il matrimonio di alcuni amici.

«Favorisca documenti per favore», aveva intimato il Carabiniere dalle parti di Santa Sabina. Riconoscendolo poi dal passaporto, il Carabiniere ha sgranato gli occhi, rendendosi conto della presenza in auto anche degli altri due notissimi attori. Si può dire che questa volta l’ufficiale gentiluomo ha incrociato sicuramente un sottufficiale altrettanto... gentiluomo, non fosse altro perché - avendo appurato che tutto era in regola - ha lasciato ripartire i tre attori, senza neppure immortalare il momento con il più ambito dei selfie, rispettando la privacy dei tre vip diretti alla grande festa.

Il protagonista di «American Gigolò» - prima di riaccendere il motore del potente suv - lasciando trapelare il suo grande amore per la Puglia, con il suo solito ammaliante sorriso ha bisbigliato all’ancora incredulo carabiniere: «This is a wonderful land».

E se lo dice lui, che ne ha viste tante di «terre meravigliose», ci sarà da credergli. Certo, se il sottufficiale fosse stata una donna, forse non avrebbe resistito al fascino dell’attore americano che incarna l’ideale di uomo che crede nella favola dell’amore come il suo indimenticabile personaggio in «Pretty woman», che chiunque ha visto almeno una volta nella vita. E chissà che il paesaggio pugliese non ispiri un altro amore, un’altra bella favola da raccontare.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400