Cerca

Commando di rapinatori «ripulisce» lo Zoosafari

Commando di rapinatori «ripulisce» lo Zoosafari
FASANO - Hanno agito senza neanche pronunciare una parola, in 4, volto coperto da occhiali da sole e mascherine bianche da chirurgo. Uno di loro ha spianato la pistola contro l’uomo che stava recandosi alla cassa continua per depositare l’incasso dello Zoosafari, facendosi consegnare le due cassette con all’inter - no la somma di 35 mila euro. È accaduto intorno alle 18 di ieri pomeriggio alla estrema periferia di Fasano, in contrada Sant’Elia, lungo via Zoosafari, a poche centinaia di metri dall’ingresso del grande parco divertimenti.

L’uomo con il denaro - un dipendente 47enne tra i piu anziani e tra i più fidati della struttura fasanese - mentre si trovava a bordo del suo veicolo ha avuto la strada sbarrata da una grossa Bmw di colore scuro. Dall’auto sono scesi quattro individui con in viso occhiali e mascherine da chirurgo, aprendo lo sportello della vettura su cui si trovava il malcapitato dipendente dello zoo e puntandogli contro una pistola. Non c’è stato bisogno di parlare perché l’uomo sotto tiro capisse cosa volevano: ha preso le cassette con il denaro e le ha consegnate al commando. A quel punto i quattro sono tornati in auto ripartendo a tutta velocità ed imboccando delle stradine secondarie che conducono a valle.

Per ora si sa solo che la targa dell’auto su cui il commando si è dileguato inizia con le lettere BK. Solo dopo il poveretto ha potuto dare l’allarme, facendo scattare una serie di posti di blocco da parte dei Carabinieri della Compagnia di Fasano e delle stazioni della zona. Purtroppo l’area in cui l’assalto è avvenuto non è dotata di telecamere e, di sicuro, chi ha pianificato il «colpo» sapeva che il dipendente ogni giorno più o meno alla stessa ora andava a depositare l’incasso della giornata alla cassa continua. [Antonio Negro]

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400