Cerca

Brindisi, ottengono fondi pubblici per un'attività commerciale ma comprano una barca a vela

Brindisi, ottengono fondi pubblici per un'attività commerciale ma comprano una barca a vela
BRINDISI – Per l’acquisto di una barca a vela avrebbe percepito 90.000 euro di contributi pubblici erogati per favorire lo sviluppo della micro-impresa regionale: si tratta del titolare di una ditta individuale di Brindisi che avrebbe dichiarato, con l’apporto di altre sette persone, di voler utilizzare l’imbarcazione per scopi commerciali e in particolare come charter. Il presunto raggiro è stato scoperto dai militari della Guardia di finanza della sezione operativa navale di Brindisi, che hanno denunciato alla procura di Brindisi otto persone per falso, truffa e frode fiscale.

Secondo quanto accertato, il legale rappresentante della società, dopo aver partecipato al bando e ottenuto i fondi, avrebbe in realtà intestato a se stesso l’imbarcazione per poi cederla ad altre persone, a lui legate da vincolo di parentela. Gli altri soggetti coinvolti avrebbero favorito l’accesso al bando attraverso un progetto risultato non veritiero e avrebbero poi agevolato l’alienazione della barca a vela.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400