Cerca

Latiano, segnali stradali fantasma la giunta discute sul traffico-caos Dicci cosa ne pensi:

{7:290"Vota il sondaggio"}
Latiano, segnali stradali fantasma la giunta discute sul traffico-caos Dicci cosa ne pensi:
LATIANO - Da giorni oramai, una delle domande più frequenti che i cittadini di Latiano continuano a porsi è: quali decisioni prenderà la nuova giunta per risolvere i problemi del traffico-caos, della sosta selvaggia, dei parcheggi e della segnaletica per disabili (in alcuni casi da record)? I cittadini si chiedono in particolare se la nuova amministrazione (della quale fanno parte gli Ecopacifisti) riuscirà a far rispettare almeno i segnali stradali-beffa che la precedente giunta fece installare per annunciare la decisione di chiudere al traffico piazza Umberto solo nei giorni festivi.
Domenica scorsa - la seconda da quando il nuovo sindaco si è insediato - nulla è avvenuto: i segnali in bella mostra continuano a indicare un’ «area pedonale» che di fatto non c’è. Ora bisognerebbe decidere: se quel segnale bisogna farlo rispettare; oppure - se è «fuorilegge» - rimuoverl o. Nella giornata di oggi la giunta dovrebbe affrontare - pare - almeno questo argomento. Non sappiamo, invece, se riuscirà a trovare una soluzione (sollecitata attraverso una petizione popolare, promossa da una associazione culturale) anche al problema del traffico lungo la direttrice via Francavilla-Oria e via Mesagne (dove insistono una scuola elementare e una casa di cura per anziani). La via più trafficata in assoluto dove è consentito il transito ai mezzi pesanti (autobus e tir), nonostante in alcuni tratti la carreggiata si restringe notevolmente.

Su questo argomento il sindaco nei giorni scorsi ha assicurato che «per settembre farà predisporre uno spazio delimitato per la sosta di una unità mobile messa a disposizione dall’Arpa che servirà a misurare i livelli di inquinamento dell’aria in quella strada. Un’iniziativa a costo zero per il Comune, eppure mai realizzata. Adesso invece l’impegno del neo sindaco che ha chiesto al responsabile dell’Ufficio tecnico, e al comandante della polizia Urbana di attivarsi (predisponendo autorizzazioni e progetto) per delimitare l’area nei pressi di piazza Bartolo Longo. Questo a settembre. Da subito basterebbe far rispettare quel cartello-beffa e liberare dalla auto in sosta piazza Umberto e alcuni tratti in via Francavilla. Si fara? Oggi sapremo cosa verrà deciso e quali «scelte verranno adottate collegialmente».

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su

Caratteri rimanenti: 400